Bassano bresciano, i genitori insorgono contro la statalizzazione dell’asilo

La causa sarebbe la situazione economica non più sostenibile. Ma il sindaco rassicura: "nessuno chiuderà la comunale, finché potremo garantiremo il servizio"

Bassano bresciano, i genitori insorgono contro la statalizzazione dell’asilo
Bassa, 21 Gennaio 2020 ore 08:06

La materna comunale “va male”. Complice il calo demografico che ha caratterizzato gli ultimi anni, il numero dei bambini iscritti è andato in calando, rendendo sempre più difficile sostenere il gap fra entrate e uscite della struttura. Per questo dall’Amministrazione è arrivata la tanto discussa parola magica: “statalizzazione”.

I genitori insorgono

“Il sindaco Michele Sbaraini intende intraprendere un percorso di richiesta di statalizzazione per le due classi della scuola dell’infanzia comunale paritaria presente da oltre un secolo, nonostante il parere negativo di molti genitori che gli è stato palesato in numerose occasioni”: hanno esordito così le mamme e i papà dei giovani alunni lamentando inoltre la “serie di strategie, quantomeno scorrette, della Giunta al fine di pilotare le iscrizioni verso la scuola dell’infanzia statale e la lista d’attesa necessaria alla richiesta, nonché la necessità di mantenere un servizio necessario alla comunità sia per i bambini che per le maestre che attualmente si occupano della loro educazione e crescita.

“Non chiuderemo la comunale”

E se da una parte infiamma la rabbia dei genitori, dall’altra il sindaco Sbaraini rassicura la popolazione. “Non è nostra intenzione chiudere l’asilo comunale, il servizio continuerà a settembre – ha commentato – Abbiamo fatto presente ai genitori la situazione della scuola e delle spese, ma finché potremo garantiremo in funzionamento della paritaria. Certo è, però, che il servizio non deve esserci solo oggi, ma anche in futuro e per questo, alla luce dell’andamento demografico e delle minori iscrizioni, dovremo trovare delle soluzioni!”.

L’articolo completo sul Manerbioweek in edicola da venerdì 24 gennaio

TORNA ALLA HOME

Video più visti
Foto più viste
Top news regionali
Il mondo che vorrei
Amici della neve