Menu
Cerca
TRAVAGLIATO

Bar della droga a Travagliato, sospesa la licenza

Nell’ambito dell’operazione Cristallo e degli arresti eseguiti lo scorso martedì mattina dalla Squadra Mobile, è stata disposta, dal Questore della Provincia di Brescia, la sospensione dell’attività “Bar Alex” a Travagliato.

Bar della droga a Travagliato, sospesa la licenza
Cronaca Sebino e Franciacorta, 14 Maggio 2021 ore 15:14

Bar della droga a Travagliato, sospesa la licenza.

Nell’ambito dell’operazione Cristallo e degli arresti eseguiti lo scorso martedì mattina dalla Squadra Mobile, è stata disposta, dal Questore della Provincia di Brescia, la sospensione dell’attività “Bar Alex” a Travagliato.

Uno degli arrestati è risultato essere il titolare del bar utilizzato come base logistica per i traffici illeciti.

In particolare, le attività d’indagine tramite intercettazioni telefoniche e ambientali e all’installazione di una telecamera davanti al bar, hanno permesso di dimostrare come il bar fosse luogo d’incontro dei vari soggetti appartenenti al sodalizio criminoso.

Alla luce di ciò, il Questore ha disposto la chiusura del predetto esercizio commerciale per il periodo di 10 giorni.

Sgominato maxi giro di cocaina: il fornitore è il gestore di un bar

L’operazione “Cristallo”, condotta dalla Squadra Mobile di Brescia con la collaborazione dei poliziotti di Bologna e Verona, (città in cui sono avvenuti 2 dei 5 arresti), ha preso il via il 20 dicembre 2018, a seguito dell’arresto di un cittadino marocchino trovato in possesso di 1 Kg di cocaina.

Le successive indagini hanno permesso di individuare il fornitore dell’ingente quantitativo di stupefacente, un cittadino albanese impegnato nella gestione di un bar del centro storico di Travagliato, che il predetto aveva trasformato in una vera e propria centrale di smistamento della droga. Le attività di monitoraggio dei poliziotti hanno permesso di registrare i numerosi incontri, all’interno dell’esercizio commerciale, durante i quali il trafficante albanese ha ceduto la cocaina ad altri connazionali ed a cittadini italiani, uno residente nel veronese, che a loro volta hanno provveduto a immetterla sul mercato finale.

Necrologie