associazioni

Bando di gara al rialzo per aggiudicarsi le sedi all’Arsenale di Iseo

Alla minoranza non piace la modalità di assegnazione delle cinque sedi. Nel bando verranno giudicate sia l'offerta economica che quella tecnica legata ai progetti delle associazioni.

Bando di gara al rialzo per aggiudicarsi le sedi all’Arsenale di Iseo
Sebino e Franciacorta, 28 Agosto 2020 ore 15:27

Il bando di gara al rialzo (con una base di partenza di 1.150 euro annui) per ottenere una delle cinque sedi disponibili al Palazzo dell’Arsenale sta facendo discutere. La minoranza di Progetto Iseo l’ha definito “aberrante”, poiché mette in competizione associazioni di volontariato che da anni operano in paese e che si occupano del sociale.

Bando di gara al rialzo per aggiudicarsi le sedi all’Arsenale di Iseo

I sodalizi che a fine 2020 dovranno lasciare Casa Panella (mai riaperta dopo il lockdown) stanno inviando le loro osservazioni al Comune. Ma allo stesso tempo al bando può partecipare qualsiasi associazione iseana che svolge attività di utilità sociale e culturale.

“Il primo e il secondo piano dell’Arsenale saranno destinati a cinque associazioni, che potranno usufruire anche del salone dedicato agli eventi (più grande della sala del Camino di via Duomo) – ha spiegato l’assessore ai Servizi sociali, Mariangela Premoli – Al piano terra invece ci sarà spazio per le esposizioni della Fondazione Arsenale. Il punteggio del bando, per il quale i può presentare domanda fino alle 12 del 7 settembre, verrà assegnato in base al punteggio definito dalle attività e dai progetti delle associazioni e in base all’offerta economica”.

Il punteggio legato alla documentazione tecnica pesa per il 70% sul totale, mentre l’offerta economica per il 30%. Le buste delle offerte saranno aperte il 9 settembre e in quella sede si saprà chi otterrà la nuova sede e chi, invece, no. Oltre alle spese annuali definite dall’offerta economica le associazioni dovranno occuparsi delle pulizie, della manutenzione ordinaria e delle utenze telefoniche e Internet, mentre riscaldamento, energia elettrica, acqua e manutenzione straordinaria saranno a carico del Comune.

Non è d’accordo la minoranza di Progetto Iseo

“Sono diversi mesi che aspettiamo di conoscere la soluzione alternativa della maggioranza per le associazioni, dopo lo svuotamento di Casa Panella – ha esordito il capogruppo di Progetto Iseo, Pieranna Faita – Leggendo il bando abbiamo scoperto che ben cinque associazioni avranno la fortuna di avere una sede: e le altre? L’idea stessa di un bando che metta in competizione le associazioni con un’asta al rialzo come se fossero esercizi commerciali è aberrante. Svolgono un lavoro indispensabile a favore di tutta la comunità su base volontaristica, supplendo in alcuni casi a mancanze dell’Amministrazione. La richiesta economica e di parametri tecnici crea associazioni di serie A e di serie B, cosa inaccettabile a livello sociale. Altri Comuni hanno concesso sedi alle associazioni in comodato gratuito”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia