Cronaca
azzano mella

Azzano Ricresce si presenta: "Squadra capace e con tanta volontà"

La civica del candidato sindaco Matteo Ferrari, che ha presentato anche il programma: cinque i punti cardine, tra cui rigenerazione urbana, sociale e sicurezza.

Azzano Ricresce si presenta: "Squadra capace e con tanta volontà"
Cronaca Bassa, 29 Settembre 2021 ore 17:56

"Sono stati cinque anni di salita sfiancante, di lavoro per potere dare strutture e nuovi servizi alla comunità: ora, con la vostra fiducia, vorremmo poter continuare a farlo".

Così Matteo Ferrari, candidato sindaco della civica di centrodestra Azzano Ricresce, martedì sera si è presentato alla cittadinanza. Con lui i componenti della sua squadra, eterogenea sia per età che per esperienza e competenze: sul tavolo un programma elettorale ricco e articolato, che punta su opere e sviluppo del territorio, sul verde e l’associazionismo.

Azzano Ricresce si presenta

Cinque anni di esperienza come vicesindaco e assessore ai Lavori pubblici nella Giunta del primo cittadino Angela Pizzamiglio e "un grandissimo amore per la comunità azzanese", sottolineato dallo stesso sindaco uscente, sono i punti di forza della candidatura di Ferrari. Accanto a lui dieci nomi, tante capacità e competenze da mettere al servizio del paese, legati dallo stesso desiderio di continuare a fare crescere Azzano Mella: ad accompagnare il candidato sindaco sono i  consiglieri uscenti Pieluigi Bergoli (51 anni, responsabile tecnico di un’azienda del settore zootecnico), Nicola Riboli (30 anni, perito industriale e commerciale nell’ambito dell’automazione, Lega) e Monica Marazzani (62 anni, con esperienza nel settore bibliotecario), ma anche volti nuovi come Walter Cavalli (46 anni, carrozziere), Alessandra Cosi (59, impiegata in una realtà che promuove la sicurezza stradale), Laura Falappi (23 anni, laureata in marketing e comunicazione), Pierangelo Ferrari (51 anni, geometra impiegato nella Pubblica Amministrazione), Anna Rosaria Marrazzo (62 anni, ex infermiera), Alessandro Noci (31 anni, ingegnere attivo nel settore del recycling) e Giuseppina Taesi (64 anni, pensionata e appassionata cinofila).

"Queste persone sono espressione del mondo del lavoro e delle attività sociali e ricreative azzanesi - ha commentato il candidato - In questi giorni di lavoro tutti hanno dimostrato coerenza, esperienze trasversali, capacità, ma soprattutto volontà. Questo mi dà ulteriore stimolo a proseguire nella strada scelta, con maggiore serenità e con la certezza di avere una squadra capace che potrà affiancarmi con lealtà e consigliarmi, aiutandomi ad ascoltare i bisogni della comunità e dando riscontro alle reali esigenze del territorio".

Il programma

Il primo passo, certamente, sarà di ottenere (per alcuni riottenere) la fiducia dei cittadini. Ma intanto la civica di Ferrari ha già le idee chiare sulle priorità dei primi cento giorni di mandato che si colloca nel solco e in continuirà con la governance del quinquennio in scadenza. Cinque i punti cardine del programma elettorale:

  • la riqualificazione della cascina Colombera (già avviata e per la quale ora si attende l'esito del bando regionale per ottenere ancora dei fondi) che al suo interno ospiterà poliambulatori medici, l'ufficio postale, la sede della Protezione civile, aule studio e spazi per le associazioni;
  • la sicurezza, continuando il potenziamento degli impianti di videosorveglianza, l'estensione del servizio di Polizia Locale con un nuovo agente (e la creazione di un nuovo ufficio) e l'efficientamento dell'impianto di illuminazione sul territorio;
  • il risparmio energetico, che si estenderà anche agli edifici pubblici usufruendo del bando Ri-Genera di Regione Lombardia
  • i progetti sociali rivolti ai giovani e alle categorie più fragili come anziani, disabili e quanti sono stati colpiti dalla pandemia.
  • la comunicazione insituzionale, proseguendo il processo di digitalizzazione e trasparenza creando dei profili social del Comune

"Concretezza, competenza e pianificazione  ci consentiranno di eseguire le opere in programma principalmente con fondi pubblici, consentendo così di liberare preziose risorse comunali da utilizzare per la manutenzione del territorio. Pulizia e decoro del paese oltre che la manutenzione puntuale del verde pubblico verranno continuamente monitorati", ha concluso.

I saluti del sindaco

Presente alla serata anche il sindaco Angela Pizzamiglio, che per motivi personali ha passato il testimone senza cercare il secondo mandato, che ha colto l'occasione per ripercorrere quanto fatto durante i cinque anni grazie anche al supporto del suo vicesindaco e della squadra.

"Nel corso di questi 5 anni non sono mancati imprevisti fin dall'inizio: abbiamo preso un mano un Comune in predissesto e grazie delle scelte amministrative complesse (è stato di aiuto anche il fondo di 500mila euro erogato dal Ministero per i Comuni dissestati) oggi il Bilancio è risanato e abbiamo oltre 900mila euro di avanzo - ha evidenziato - Siamo dovuti ripartire da zero e solo grazie all'estrema volontà e al fare positivo è stato possibile dare una risposta ai diversi bisogni e candidare i nostri progetti a una serie di bandi, per la maggior parte finanziati da Regione o Ministero, ma anche dall'Unione Europea come il bando wi-fi. Abbiamo realizzato oltre un milione di opere, dalla sicurezza alla manutenzione straordinaria, dalla riqualificazione del parco Azzano d'Italia al primo stralcio della Colombera. Quanto al sociale abbiamo lavorato per incrementare l'assistenza ad personam e dalle 12 ore del 2016, ora l'assistenze sociale è presente per 25 ore".

L'ultimo augurio è rivolto alla squadra: "Rivolgo i complimenti a tutti per il programma. Con una grande stima vi auguro di poter amministrare con grinta e competenza e positività"

Necrologie