Avvertenza sanitaria Aumento di casi di polmonite

Non si sono ancora diagnosticate le cause e sono in corso tutte le indagini epidemiologiche necessarie da parte di ATS.

Avvertenza sanitaria Aumento di casi di polmonite
Montichiari, 07 Settembre 2018 ore 14:16

Avvertenza sanitaria Aumento di casi di polmonite all'ospedale di Montichiari, provenienti dai paesi limitrofi tra cui Calvisano.

In corso le indagini

In questi giorni all'ospedale di Montichiari si sta registrando un rilevante aumento di casi di polmonite provenienti dai comuni limitrofi, tra cui Calvisano. Non si sono ancora diagnosticate le cause e sono in corso tutte le indagini epidemiologiche necessarie da parte di ATS. «Ne diamo evidenza - scrive il sindaco di Calvisano Giampaolo Turini - non per scatenare allarmismi, quanto per invitare a prestare attenzione alle persone più fragili».

Alcune persone in cura a casa

E' emerso inoltre che ad oggi le persone ricoverate a Montichiari siano 69 e pare che molte altre siano in cura a casa. Solo a Mezzane di Calvisano diverse persone colpite.

La dichiarazione del consigliere Togni

"È da questa mattina che sui social e tramite WhatsApp si è scatenata la fobia della polmonite la cui causa sarebbe la legionella nei territori di Montichiari, Carpenedolo, Castiglione, Aquafredda, Calvisano ecc.., facendo scattare anche allarmi di non bere, non lavarsi e non cucinare con l'acqua della rete idrica.  In tanti mi hanno chiesto se fosse vero.Mi sono messo in contatto con l'ospedale e al momento vi posso solo dire che effettivamente l'ospedale ha rilevato un numero elevato di ricoveri per polmonite che supera la media stagionale. È quindi scattato il relativo protocollo e ora è ATS che sta cercando di determinare la zona del territorio colpita dalle polmoniti al fine di determinare il batterio che la causa. Solo successivamente si potrà conoscere la fonte.
Le persone più colpite al momento sono gli anziani e se i vostri cari dovessero manifestare dei sintomi è meglio recarsi presso gli ambulatori. Ad oggi non è quindi ancora stata determinata la correlazione tra Polmonite e Legionella. Ulteriori informazioni saranno sicuramente diramate da Ats tramite comunicazioni ufficiali che arriveranno ai sindaci dei comuni interessati. A titolo personale mi sento di dire di non fare scattare fobie e allarmismi ma stare vigili su quanto accade". Questo il commento del consigliere Marco Togni.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie