interventi

Avvelenamento animali selvatici e domestici: quattro gli interventi da parte della Polizia Provinciale e dell'Unità Cinofila

Il caso più grave si è verificato a Bovegno

Avvelenamento animali selvatici e domestici: quattro gli interventi da parte della Polizia Provinciale e dell'Unità Cinofila
Pubblicato:

Avvelenamento animali selvatici e domestici: quattro gli interventi da parte della Polizia Provinciale e dell'Unità Cinofila di Brescia. 

Quattro interventi di Polizia Provinciale e Unità Cinofila

Non conosce sosta il lavoro della Polizia Provinciale che con l'Unità Cinofila presidia il territorio anche con un'intensa attività di prevenzione e repressione di avvelenamento di animali selvatici e domestici. Sono stati quattro gli interventi compiuti la scorsa settimana a seguito di segnalazioni giunte da cittadini, attraverso Polizie Locali e Carabinieri Forestali, con cui la Polizia Provinciale opera in stretta collaborazione.

I casi

Il caso più grave si è verificato a Bovegno, dove, con l'ausilio del cane Sole, giovedì, 21 marzo, si è resa necessaria una bonifica urgente, dopo la denuncia di avvelenamento di un cane e di alcuni gatti. Qualcuno, in località Santuario ha preparato e gettato nei prati bocconi avvelenati con un mix di topicida e antigelo (anticoagulante). Il preparato, che risulta dolciastro e, quindi, attira gli animali, è risultato letale per i gatti, trovati ormai senza vita nell'area interessata. Mentre il cane, affidato alle cure di un veterinario, è riuscito a sopravvivere al gesto crudele, quanto incivile.

 

Altri interventi della Polizia Provinciale sono stati condotti tra città e provincia, la scorsa settimana. Lunedì e martedì si è proceduto, sempre con procedura d'urgenza, nella zona del campo di Softball di Marcheno per la possibile presenza di esche, dopo la segnalazione di avvelenamento di un cane. Mercoledì, invece, la Polizia Provinciale ha ispezionato il parco Parenzo a Brescia per la segnalazione di alcuni pezzi di carne tra l'erba, ma in questo caso l'esito è stato negativo. Mentre il giorno successivo si è proceduto con una bonifica preventiva a Magasa che, in zona Denai, negli anni corsi era stata interessata da alcuni episodi di avvelenamento di fauna selvatica e cani.

 

A ogni attività fanno seguito tutti gli approfondimenti del caso che, come previsto dalla legge, nella ricerca dei responsabili, possono sfociare in procedimenti di carattere penale, per i quali è prevista anche la reclusione.

Le immagini

WhatsApp Image 2024-03-21 at 07.42.34 (1)
Foto 1 di 19
WhatsApp Image 2024-03-21 at 07.42.34
Foto 2 di 19
WhatsApp Image 2024-03-21 at 07.42.35 (1)
Foto 3 di 19
WhatsApp Image 2024-03-21 at 07.42.35 (2)
Foto 4 di 19
WhatsApp Image 2024-03-21 at 07.42.35 (3)
Foto 5 di 19
WhatsApp Image 2024-03-21 at 07.42.35
Foto 6 di 19
WhatsApp Image 2024-03-21 at 07.43.19
Foto 7 di 19
WhatsApp Image 2024-03-21 at 07.43.20 (1)
Foto 8 di 19
WhatsApp Image 2024-03-21 at 07.43.20 (2)
Foto 9 di 19
WhatsApp Image 2024-03-21 at 07.43.20
Foto 10 di 19
WhatsApp Image 2024-03-21 at 07.43.54
Foto 11 di 19
WhatsApp Image 2024-03-21 at 07.43.55 (1)
Foto 12 di 19
WhatsApp Image 2024-03-21 at 07.43.55 (2)
Foto 13 di 19
WhatsApp Image 2024-03-21 at 07.43.55
Foto 14 di 19
WhatsApp Image 2024-03-21 at 07.44.24 (1)
Foto 15 di 19
WhatsApp Image 2024-03-21 at 07.44.24
Foto 16 di 19
WhatsApp Image 2024-03-21 at 07.44.25 (1)
Foto 17 di 19
WhatsApp Image 2024-03-21 at 07.44.25 (2)
Foto 18 di 19
WhatsApp Image 2024-03-21 at 07.44.25
Foto 19 di 19

 

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali