Autotrasportatore rumeno guida al limite del coma etilico: oltre i 3 g/l

Autotrasportatore rumeno guida al limite del coma etilico: oltre i 3 g/l
Cronaca 26 Luglio 2017 ore 08:18

Procedeva a zig zag sulla Brebemi alla guida di un Tir quando tra Chiari e Rovato è stato fermato da una pattuglai della Polstrada. A bordo un forte odore di alcol. L’uomo, un 47enne rumeno autotrasportatore, stava viaggiando dalla Spagna verso il suo Paese.

L’uomo, alla richiesta di fare l’alcoltest inizia a sferrare calci e pugni. Impazzito, i carabinieri riescono a portarlo al distaccamento di Chiari e dopo due ore il suo tasso alcolemico pari pari a 2,8 g/l. Segno che quando era stato fermato era con ogni probabilità oltre i 3 g/l. Il 47enne era quindi ubriaco, al limite del coma etilico.

L’uomo è stato messo subito in manette per direttissima dal giudice, per direttissima, pur incensurato e anche da poco vedovo. Il 47enne avrà 18 mesi di carcere con sospensione della patente per due anni e sanzione pecuniaria di 4.000 euro. E’ stato poi rimesso in libertà.
I due agenti della Polstrada, aggrediti dall’uomo, sono stati medicati al Mellini e se la caveranno in 5 giorni.


Necrologie