Atti osceni in pubblico davanti a minorenni, poi scappava

Identificato il 23enne di Desenzano, che riusciva sempre a fuggire prima dell'arrivo delle forze dell'ordine.

Atti osceni in pubblico davanti a minorenni, poi scappava
Garda, 11 Agosto 2018 ore 10:36

Un esibizionista seriale: gli atti osceni in luogo pubblico del 23enne di Desenzano non prevedevano certo molta discrezione. Anzi, il giovane si appostava in luoghi come parchi e scuole, spesso frequentati anche da minori.

Il fatto

Tutto è iniziato alcuni mesi fa, quando per diverse settimane arrivavano al Commissariato più segnalazioni relative a un giovane che, nei pressi di luoghi abitualmente frequentati da minori, si masturbava innanzi a ragazze dai 13 ai 17 anni, fuggendo prima dell’arrivo di adulti o delle forze dell’ordine.

Dalle denunce presentate da alcuni genitori sono partite le indagini, curate dal Commissariato di Pubblica Sicurezza di Desenzano.

Esaminate, con la collaborazione della Polizia Locale, le registrazioni del sistema di videosorveglianza cittadino, incrociati i dati per risalire all’autovettura incriminata, si è infine identificato il responsabile.

Identificato per gli atti osceni in pubblico

Il 23enne, cittadino italiano e abitante a Desenzano, è stato collegato a almeno 10 segnalazioni, tra l’ottobre 2017 e il maggio 2018, tutte per episodi di atti osceni nei pressi di istituti scolastici e parchi pubblici del territorio.

Fine indagini preliminari

Il giovane è indagato in stato di libertà. Le conclusioni investigative sono state infine  condivise dalla Procura, che in questi giorni ha emesso provvedimento di avviso di conclusione delle indagini preliminari.

Ilr eato di atti osceni in luogo pubblico è punito e previsto dall’art. 527 comma 2 del Codice Penale.

Video più visti
Foto più viste
Top news regionali
Il mondo che vorrei
Amici della neve