Menu
Cerca
VACCINAZIONE

AstraZeneca, l’Ema ha deciso: “Via libera al vaccino”

I risultati sulle verifiche condotte in questi giorni su possibili effetti collaterali del vaccino anti Covid di AstraZeneca: “Non escluse correlazioni con rari casi di trombosi”.

AstraZeneca, l’Ema ha deciso: “Via libera al vaccino”
Cronaca Brescia, 19 Marzo 2021 ore 08:11

L’Ema ha deciso: “Via libera al vaccino”.

I risultati sulle verifiche condotte in questi giorni su possibili effetti collaterali del vaccino anti Covid di AstraZeneca sono stati annunciati poco fa. Non escluse correlazioni con rari casi di trombosi.

AstraZeneca, l’Ema ha deciso

Il vaccino Covid di AstraZeneca, sospeso in Italia e in altri Paesi, “è sicuro ed efficace nella protezione dal Coronavirus, non è associato all’aumento del rischio di eventi trombotici”. Lo ha detto la direttrice esecutiva dell’Ema, Emer Cooke, nella conferenza stampa seguita al vertice dell’Agenzia europea del farmaco.

Questo quanto stabilito dall’Agenzia Europea del farmaco sull’esame del vaccino di Astrazeneca. I risultati sulle verifiche condotte in questi giorni su possibili effetti collaterali del vaccino anti Covid-19 di AstraZeneca sono stati annunciati oggi, nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta poco fa.

Secondo l’Ema “Il vaccino è sicuro i benefici sono superiori ai rischi. Escludiamo relazioni con trombosi” ma “non escluso un legame con rari casi di trombosi”. Il foglietto illustrativo dovrà essere aggiornato.

L’agenzia italiana del farmaco, così come quella britannica avevano annunciato in precedenza che non c’è causalità con trombosi.

La situazione nel bresciano

In provincia di Brescia, gli stop precauzionali erano stati due: il primo, quello legato al lotto ABV2876, aveva visto protagonisti diversi insegnanti che avevano ricevuto proprio quelle dosi tra l’8 e il 10 marzo. Successivamente, da lunedì 15 (nel pomeriggio) un nuovo stop stavolta a tutti i lotti, prima della riabilitazione del vaccino. Si stimano in 30mila le prenotazioni andate perdute in questi giorni di stop e che andranno ri-calendarizzate.

Necrologie