post pandemia

Asst Franciacorta: il punto su visite e appuntamenti da recuperare

Alcune informazioni utili su come contattare l'ospedale.

Asst Franciacorta: il punto su visite e appuntamenti da recuperare
Bassa, 05 Ottobre 2020 ore 09:00

di Federica Gisonna

Asst Franciacorta: il punto su visite e appuntamenti da recuperare

L’Asst Franciacorta, non è un mistero, è stata in prima fila nella guerra contro il Coronavirus. Turni estenuanti, corse contro il tempo per salvare più vite possibili e una lotta quotidiana contro un virus invisibile. L’ospedale, si è dovuto adattare (e in pochissimo tempo) ad una situazione che mai si poteva immaginare.
La pandemia, però, ha comportato che la normalità venisse completamente stravolta. Visite già programmate da tempo, appuntamenti e tanto altro ancora sono infatti stati rimandati o scalati nel tempo. Ma come funziona? Cosa bisogna fare adesso? Del resto l’emergenza non è ancora terminata, ma gli utenti, in modo sempre più insistente, chiedono risposte per sapere come accedere alla struttura.
Proprio per questo, dopo numerose segnalazioni, ci siamo rivolti direttamente all’Azienda Socio Sanitaria Territoriale della Franciacorta, guidata dal direttore generale Mauro Borelli, per fare un punto della situazione.

Il punto
Nel periodo dell’emergenza fino al 30 aprile, sono state sospese 1.100 prenotazioni differibili (classe priorità D da eseguire entro 30 giorni per le visite ed entro 60 giorni per le prestazioni strumentali) e 19.652 prenotazioni programmabili (classe di priorità P da eseguire entro 120 giorni) mentre sono state garantite le urgenze (classe di priorità U e B da eseguire entro 3 e 10 giorni). Alla data del 30 giugno sono state sospese 1.365 prenotazioni differibili e 21.419 prenotazioni programmabili.

La riorganizzazione
Terminata la Fase 1 dell’emergenza, conformemente a quanto stabilito nel «Piano di riorganizzazione delle attività ospedaliere e territoriali – Fase 2 emergenza post Covid-19» approvato con deliberazione n. 272 del 5 giugno 2020, è stata disposta la graduale ripresa in sicurezza dell’attività ambulatoriale istituzionale e dell’attività di ricovero.
L’attività dei poliambulatori è stata riorganizzata tenendo conto dei capisaldi del contenimento della diffusione del Covid-19 e cioè «distanziamento sociale» e «divieto di assembramento» e «tutela sanitaria e sicurezza dei lavoratori e del paziente» (mascherine, guanti, gel igienizzante, ecc). Le norme, infatti, dovranno essere rispettate fino alla conclusione dell’emergenza. Di conseguenza, si è reso necessario rimodulare le agende di prenotazione per visite ed esami.

Le conseguenze e la chiamata agli utenti
Prima della pandemia la visita o l’esame di un paziente venivano effettuati ogni 15 minuti per i primi accessi e 10 minuti per i controlli, oggi un paziente può essere programmato ogni 20-30 minuti a seconda della prestazione.
Con la riapertura dell’attività ambulatoriale avvenuta a partire da lunedì 18 maggio, tutti gli Utenti già prenotati sono stati contattati telefonicamente e ricollocati alla prima data utile, riprogrammando e scagionando gli appuntamenti in modo da non creare assembramenti nelle sale d’attesa e negli ambulatori e al fine di consentire la sanificazione di questi ultimi tra un paziente e l’altro.
Dal mese di giugno è stata autorizzata sia l’Attività Libero Professionale Allargata (ALPIA) che l’utilizzo di convenzioni con Studi Associati non convenzionati.
Allungamento degli orari e tamponi
Da settembre, sono stati prolungati gli orari dell’attività ambulatoriale serale con apertura anche il sabato mattina ed attivati specifici ambulatori per i tamponi nasofaringei effettuati anche in modalità «drive trought» (in auto).

I contatti
Al fine di evitare assembramenti e code agli sportelli, oltre ai canali già attivi del Call Center Regionale, farmacie, app «Salutile», sito https://prenotasalute.regione.lombardia.it/prenotaonline, sono stati istituiti i numeri telefonici interni che nei prossimi giorni saranno potenziati: 030.7102822 per prenotazione visite ed esami, disdette, modifiche, spostamenti date. 030.7103528 per le prenotazioni del Centro prelievi del laboratorio a cui si accede solo su prenotazione. Inoltre, in attuazione delle disposizioni Regionali è stato approvato il «Programma straordinario per l’abbattimento delle liste d’attesa (prestazioni aggiuntive ex art. 29 decreto legge 14 agosto 2020, n.104) con decorrenza immediata e fino al 31 dicembre 2020», col quale è stata autorizzata l’erogazione di prestazioni aggiuntive ambulatoriali e di screening e l’apertura degli ambulatori fino alle 19. Ai medici coinvolti nel programma straordinario per l’abbattimento delle liste d’attesa di cui sopra, verrà a breve consentito l’esercizio della libera professione svolta nelle strutture aziendali (cosiddetta intramuraria), nella misura del 20% delle prestazioni erogate in attuazione di detto programma.

Le conclusioni
L’insieme delle numerose azioni intraprese per la riapertura dell’attività ambulatoriale sopra descritte ha consentito quindi di confermare gli appuntamenti già prenotati al momento della riapertura dei Poliambulatori e dei Servizi di diagnostica e, in alcuni ambiti, di recuperare almeno in parte le prestazioni non erogate durante il periodo di lockdown.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia