a tutta musica

Arriva la web Radio dell’Admr di Chiari

Uno spazio dove ascoltare buona musica, ma anche per fare in modo che le nuove generazioni ne conoscano la storia.

Arriva la web Radio dell’Admr di Chiari
Bassa, 12 Settembre 2020 ore 10:00

Uno spazio dove ascoltare buona musica, ma anche per fare in modo che le nuove generazioni ne conoscano la storia. Saranno impegnati collaboratori di altissimo livello nel campo e provenienti da tutta Italia, ma la sede sarà in via Marengo.

Arriva la web Radio dell’Admr di Chiari

Non bastava essere tra le più affermate associazioni musicali degli ultimi 20 anni, volevano fare ancora di più. Volevano arrivare ovunque, direttamente a casa. In modo semplice e veloce. E cosa è meglio di Internet? Non c’è niente come la grande rete che permette di trasmettere in diretta, e in contemporanea, in tutto il mondo.

L’Admr, sodalizio «Amici per la diffusione della musica rock», ha dato vita anche ad una web radio che inizierà le trasmissioni a brevissimo.
«L’idea c’è da tanto tempo, avevo iniziato a lavorarci con Franco prima che ci lasciasse. Poi, in questo periodo di lockdown dove i concerti si sono fermati e abbiamo dovuto interrompere la nostra solita attività, abbiamo consolidato il progetto».
A raccontare la nascita della nuova emittente è stato il presidente Maurizio Mazzotti, che insieme al fratello Franco, scomparso a soli 67 anni poco meno di 2 anni fa, ha dato vita all’associazione che ha portato a Chiari i grandi della musica mondale ed ha anche creato l’ormai noto Chiari Blues Festival (quest’anno annullato a casa della pandemia).
«L’obiettivo è sicuramente di dare spazio alla musica, rock ma non solo – ha spiegato Mazzotti – Passeranno anche il blues, il country, il jazz, il soul e la musica dei grandi cantautori. Siamo riusciti a creare un gruppo di collaboratori incredibile: si tratta di persone che realmente conoscono il panorama musicale».

Ci saranno infatti persone «che masticano fortemente la musica» che trasmetteranno da tutta Italia. La sede però sarà proprio a Chiari, in via Marengo, 35 e conta il supporto di Giacomo Calvetti, Angelo Pozzi, Daniele Carradore, Sergio Consoli, Elisa Bertani, Patrizia Nellini, Giacomo Baroni e Elena Landriani.
«Le radici saranno proprio qui a Chiari, come è giusto che sia – ha continuato il presidente – La radio però sarà completamente apartitica e non commerciale. L’importante sarà trasmettere buona musica, ma anche farne conoscere la storia soprattutto ai più giovani. Questa infatti si sta un po’ perdendo, ma in realtà ce ne sono tantissime di cose da sapere e sono anche molto interessanti. Il patrimonio, soprattutto tra gli anni ‘50 e ‘80 non può finire nel dimenticatoio».

Sarà tutto molto semplice: si chiamerà proprio Admr web radio e per accedere basterà andare sul sito www.admr-chiari.it.

Il via a novembre

«Proprio in questi giorni stiamo lavorando sodo per fare in modo che la radio si accenda verso novembre – ha aggiunto Mazzotti – Vogliamo creare un riferimento italiano che ad oggi non c’è, capace di dare spazio e visibilità anche a qualcosa che oggi non passa nei palinsesti delle emittenti più famose. Al momento stiamo inserendo nell’archivio i titoli che negli anni abbiamo collezionato io e mio fratello e poi sarà tutto pronto. Inoltre, in contemporanea, stiamo lavorando a diversi progetti. Uno tra i tanti vedrà il coinvolgimento dei ragazzi dell’istituto Einaudi di Chiari. Sicuramente l’offerta sarà incredibile e molto vasta».

Ma non solo, in radio passeranno anche le interviste e i messaggi di tutti i cantanti e gli ospiti che saranno protagonisti dei concerti dell’Admr (che da sempre attirano pubblico da tutto il Mondo) e che si spera posano partire al più presto. Poi, si potrà sempre crescere anche grazie all’apporto di tutti coloro che vorranno dare una mano e a quello che impareremo da questa esperienza».

Non resta dunque che attendere che la radio si accenda e poi… rilassarsi o ballare con dell’ottima musica!

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia