Cronaca
circo e animali

Arriva il circo in città, scoppia la polemica

Sui social la spaccatura.

Arriva il circo in città, scoppia la polemica
Cronaca Brescia, 01 Novembre 2022 ore 13:44

Il circo "Madagascar" di Maya Orfei è da qualche giorno in città a Brescia, si è scatenata la polemica.

Sui social si scatena il dibattito

La polemica si è scatenata sui social, il tutto in particolare da un post pubblicato sul gruppo La Brescia che non vorrei nel quale si legge:

 

"È un circo che usa animali che non dovrebbero stare lì. Non vorrei Brescia complice con chi detiene imprigionati in cattività animali e che li fa lavorare come se lo avessero scelto loro.
Non andateci  e soprattutto con i bambini che imparano la sopraffazione a cui segue la prigionia e la violenza nei confronti di esseri innocenti".

Arriva il circo in città: un centinaio gli animali al seguito

Il circo si trova nel piazzale di via Borgosatollo, a Brescia. La tappa bresciana si svolge nel lasso di tempo che va da giovedì 28 ottobre a martedì 13 dicembre 2022. Al seguito della carovana un centinaio di animali tra  tigri, zebre, lama, cammelli, così come un grosso elefante, una giraffa e un leone bianco.

La spaccatura

Sui social il sentiment è duplice: da un lato chi ritiene ingiusto lo spettacolo che sfrutta gli animali; dall'altro chi invece non ci vede nulla di male e soprattutto che non sia traumatizzante per i più piccoli:

"Spero che nessuno vada,e condividiamo"; "Il circo senza lo sfruttamento degli animali sarebbe meraviglioso, educativo e divertente  per i bambini, tutto il resto stendiamo un velo pietoso"; "Mi auguro non ci vada nessuno, il circo con animali non è spettacolo".

Dall'altro chi invece non ci vede nulla di male e soprattutto che non sia traumatizzante per i più piccoli:

"Eh certo. Intere generazioni di bambini sono rimaste traumatizzate dalla vista degli animali al circo! Ma dai…"; Siccome non ci sono mai andato non perderò questa occasione!"; "Io ci andavo da bambino con i miei e ora porterò il mio bambino".

 

 

 

 

Seguici sui nostri canali
Necrologie