Menu
Cerca

Arrestato un borseggiatore alla Mille Miglia

E' un algerino pluripregiudicato e con diniego del permesso di soggiorno.

Arrestato un borseggiatore alla Mille Miglia
Brescia, 17 Maggio 2018 ore 17:24

Con fare sospetto si aggirava tra i clienti di un ristorante di via delle Battaglie, in zona Torre della Pallata, destando l’attenzione di un agente della Polizia di Stato, libero dal servizio e in abiti civili. Il poliziotto, ha deciso così di segnalare la presenza dell’uomo ai colleghi della Squadra Volante.

I sospetti

Un intervento reso più difficile a causa della concomitanza con la partenza di Mille Miglia. La pattuglia, non riuscendo a raggiungere il luogo indicato dal poliziotto in borghese, si è accordata con la Sala Operativa per concordare la strategia da portare avanti. L’agente ha seguito nei vari spostamenti il malvivente che, districandosi per le vie affollate del centro, ha raggiunto Piazzale Arnaldo dove ha tentato di portare avanti i suoi progetti di borseggio.

L'arresto

Un’operazione delicata volta a non creare disagi e allarmismi in una giornata già molto delicata. I poliziotti, seguendo le indicazioni del collega, si sono diretti in viale Venezia dove hanno prontamente bloccato il malvivente che si trovava in compagnia di un altro soggetto con precedenti penali. I due, B.K. algerino di 47 anni e R.M.T. connazionale di 33, sono stati sottoposti a perquisizione. Il primo è stato trovato in possesso di un porta assegni di pelle firmato contenente 7 assegni in bianco e 140 euro in contanti di cui B.K. si è dichiarato proprietario. Immediatamente la Sala Operativa ha messo in atto le opportune verifiche per accertare la provenienza del blocchetto, rivelatosi poi di proprietà di un italiano di 59 anni che stava proprio in quel momento andando a sporgere denuncia.

Parallelamente sono stati visionati i filmati delle telecamere cittadine. Le immagini mostrano l’italiano seduto ad un tavolo con la giacca appoggiata sullo schienale. Subito dopo il malvivente sedutosi al tavolo vicino alla vittima, con destrezza sottraeva il porta assegni, dileguandosi nel giro di due minuti. La Polizia Scientifica, dopo aver sottoposto l’album fotografico alla vittima, ha potuto confermare i sospetti.

La convalida e la condanna

Il borseggiatore, pluripregiudicato e con diniego del permesso di soggiorno, è stato posto in arresto convalidato stamane dal giudice. L’algerino ha patteggiato la condanna ad un anno di reclusione e 300 euro di multa. L’Autorità Giudiziaria ha concesso il nulla osta all’espulsione.

Necrologie