Cronaca
garda

Aperta la nuova mostra a San Felice del Benaco

L'esposizione sarà visitabile fino al 31 gennaio al Palazzo Ex Monte di Pietà

Aperta la nuova mostra a San Felice del Benaco
Cronaca Garda, 19 Dicembre 2021 ore 08:40

Aperta la nuova mostra a San Felice del Benaco.

Mostra

Fondazione Raffaele Cominelli e Assessorato alla Cultura di San Felice del Benaco ieri, sabato 18 dicembre, nella Sala Espositiva Palazzo Ex Monte di Pietà, hanno inaugurato la Mostra di gioielleria contemporanea di ricerca “Collezione permanente del gioiello contemporaneo della Fondazione Raffaele Cominelli”. Esposizione curata da Rita Marcangelo e Rosanna Padrini Dolcini. «Viene esposta una delle rare collezioni pubbliche dedicate al gioiello contemporaneo, con l'obiettivo di documentare, valorizzare e diffondere presso il grande pubblico la conoscenza di questo specifico settore della “creatività”».

Collezione

La Collezione, ha avuto origine nel 2011 a cura della Storica del Gioiello Bianca Cappello; dal 2013 la selezione è stata affidata a Rita Marcangelo, direttrice della Galleria Alternatives di Roma. Grazie alla sensibilità ed attenzione dimostrate dalla Fondazione verso nuove forme espressive, ed alla collaborazione di AGC Associazione Gioiello Contemporaneo, a partire dalla prima edizione del Premio Cominelli nel 2010 a San Felice del Benaco (BS), la raccolta ad oggi comprende 85 gioielli provenienti da 25 paesi, sia europei che extra europei.

L’ampiezza degli ambiti di ricerca, delle forme stilistiche e delle soluzioni tecniche adottate, a dimostrazione della vivacità dell’eclettismo di un’arte che arricchisce di significati culturali il mondo del gioiello, offre opere realizzate da materiali pregiati, ma anche poveri o alternativi che trovano composizioni di forme e cromatismi la cui preziosità è data dalla mano dell’autore.

Gioielli

Il percorso espositivo è articolato in quattro macro aree tematiche: gioiello concettuale, gioiello di design, gioiello di ricerca storica e di ricerca estetica, a loro volta ripartite in specifiche sfere d'interesse. La suddivisione è concepita per guidare il visitatore attraverso una panoramica ragionata e comprensiva delle decine di lavori presenti nella Collezione, fornendo così strumenti critici utili ad una corretta analisi e lettura delle opere.

Poiché non esiste sempre una netta separazione tra i diversi contesti di sperimentazione, nonostante la suddivisione, molti dei gioielli presenti in collezione utilizzano una commistione di linguaggi.

La visita alla mostra è un'occasione per poter ammirare, osservare e studiare questa particolare forma d’arte, apprezzare l’ampiezza del raggio di ricerca delle forme stilistiche e delle soluzioni tecniche adottate, a dimostrazione della vivacità e dell’eclettismo di un’arte che arricchisce di sempre nuovi significati culturali il mondo del gioiello contemporaneo.

Necrologie