Pontevico

Anziano assalito da vespe: salvato da una guardia ecologica

È accaduto in una stradina di campagna. Sul posto anche l’elisoccorso di Brescia.

Anziano assalito da vespe: salvato da una guardia ecologica
Bassa, 25 Settembre 2020 ore 22:20

È accaduto questa mattina nella campagna tra la rotatoria di Torchiera e quella del capoluogo sulla provinciale 64

Anziano assalito da vespe: salvato da una guardia ecologica

Un normale giro di sopralluogo di una guardia ecologica volontaria della Provincia di Brescia (Gev) si è trasformato in un atto di coraggio e di salvezza a favore di un anziano di casa a Pontevico.

Angelo Pegoiani, guardia volontaria, questa mattina stava effettuando un monitoraggio del territorio, quando ha notato un qualcosa che a distanza aveva le sembianze di un sacco abbandonato. Con le migliori intenzioni di ripulire quel tratto di campagna da rifiuti abbandonati da chi l’ambiente non lo ama affatto, si è trovato davanti ad una scena impressionante.

Un anziano signore, 86enne, era stramazzato al suolo completamente ricoperto di vespa, più precisamente di “vespule” o di “bombi”. Con molta probabilità durante una passeggiata tranquilla in quella stradina di campagna ha calpestato un nido che questi insetti sono soliti creare al suolo nelle fessure dei terreni o nelle tane lasciate da animali vari.

La testimonianza

La Guardia Pegoiani ha così rivissuto quei momenti “Vedevo a terra qualcosa che si muoveva lentamente, in modo insolito, inizialmente l’ho ricondotto ad un sacco. Avvicinandomi ho visto che era una mano. Il signore stava cercando di attirare la mia attenzione alzando a malapena il braccio per agitarlo – e ha proseguito – Quando mi sono avvicinato l’ho visto completamente ricoperto dalle vespe, così mantenendo la calma l’ho spostato dal luogo in cui con tutta probabilità aveva pestato il loro nido, trascinandolo per circa cinque metri nei pressi dell’imbocco della stradina. Mentre chiamavo l’112 lo ripulivo come potevo dagli insetti che aveva addosso”.

La centrale operativa del numero unico emergenza ha così inviato in codice giallo un mezzo di soccorso avanzato con a bordo l’infermiere, l’ambulanza dell’Anc di Gambara e l’elisoccorso della base Hems di Brescia.

Mentre arrivavano il volontario ha tenuto in stato di coscienza l’uomo. “Ho fatto lui continue domande per tenerlo sveglio – ha raccontato Pegoiani – Gli dicevo di stare tranquillo che i soccorsi stavano arrivando”.

Giunti sul posto i sanitari hanno reso stabili le condizioni dell’86enne e lo hanno trasferito in ambulanza al Pronto soccorso dell’ospedale di Manerbio, dove è stato accolto in codice giallo poco prima del mezzogiorno.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia