Menu
Cerca

ANZIANI E DISABILI CHIEDETE AI COMUNI I BUONI SCONTO

ANZIANI E DISABILI CHIEDETE AI COMUNI I BUONI SCONTO
Cronaca 22 Dicembre 2016 ore 08:10

La Regione Lombardia all’interno del «Reddito di autonomia» prevede due tipologie di voucher mensili a favore delle persone anziane e di persone disabili. Le due tipologie di voucher, che come tutti i voucher non sono contanti ma servono per acquistare servizi convenzionati con i Comuni in base a un progetto costruito tra l'ente e la persona, sono destinati a sostenere progetti per 12 mesi a persona per:

1 - Garantire alle persone anziane, in condizione di vulnerabilità socio economica, la possibilità di permanere al domicilio consolidando o sviluppando i livelli di relazioni sociali e di capacità di cura di sé e dell’ambiente domestico mediante l’attivazione di voucher che garantiscano l’integrazione dell’attuale rete dei servizi.

2 - Sviluppare l'autonomia finalizzata all'inclusione sociale delle persone disabili.
Gli obiettivi specifici del voucher anziani indicati dall’Ente massimo regionale sono i seguenti:
- promuovere azioni per la presa in carico globale della persona attraverso la valutazione multidimensionale
- potenziare il sostegno ai percorsi di autonomia delle persone anziane per garantire una migliore qualità della vita. I destintari sono le persone di età uguale o maggiore a 65 anni che vivono al proprio domicilio con reddito pari o inferiore a 20mila euro annui.

Questi invece gli obiettivi specifici del voucher destinati ai disabili:
- promuovere azioni per la presa in carico globale della persona attraverso la valutazione multidimensionale, la predisposizione del progetto individuale redatto in maniera condivisa, partecipata e corresponsabile
- potenziare il sostegno ai percorsi di autonomia di persone disabili giovani e adulte per garantire una migliore qualità della vita
- favorire azioni propedeutiche all’inserimento lavorativo (tirocini, ecc.) finalizzate a consolidare l’autonomia della persona e promuoverne l’inclusione sociale

- sviluppare e consolidare una rete di servizi territoriali che sia in grado di rispondere in modo integrato e flessibile ai percorsi personalizzati di empowerment.
I destinatari sono giovani e adulti disabili con età pari o superiore a 16 anni, un livello di compromissione funzionale che consente un percorso di acquisizione di abilità sociali e relative all’autonomia nella cura di sé e dell’ambiente di vita nonché nella vita di relazioni, con reddito pari o inferiore a 20mila euro annui.

I soggetti interessati alle due azioni potranno rivolgersi ai Comuni di residenza entro il 13 gennaio 2017.


Necrologie