Sono le torri di raffreddamento delle industrie il veicolo di trasmissione della legionella

Trovate positive alla legionella 9 torri su 14 analizzate nelle industrie della Bassa da ATS Brescia.

Sono le torri di raffreddamento delle industrie il veicolo di trasmissione della legionella
Cronaca Montichiari, 17 Settembre 2018 ore 17:21

Svelato il veicolo di trasmissione dell’epidemia di polmoniti batteriche che sta creando ansia in tutta la Bassa: dalle analisi effettute da ATS Brescia sono risultate positive alla legionella 9 delle 14 torri di raffreddamento presenti nelle industrie che costellano il territorio.

Esclusi dunque gli acquedotti e gli altri impianti di distribuzione acque che non presentano nessuna criticità.

Nel mirino anche la Cartiera di Montichiari

Tra i nove impianti di raffreddamento, trovata positiva anche una delle due torri della Cartiera del Chiese a Montichiari.

Off limits le acque del fiume Chiese sulle quali vige da sempre il divieto di balneazione ma che ora vengono attentamente monitorate.

Legionella, i numeri

Da settimane il bresciano era assediato dalla polmonite e dalla legionella.  Finalmente è arrivata una risposta.

Gli accessi ai Pronto Soccorso di strutture pubbliche e private dei territorio di ATS Brescia e ATS Valpadana nella giornata di domenica 16 settembre, sono stati 33 (24 ATS Brescia e 9 ATS Valpadana). A fronte di tali 33 accessi vi sono stati complessivamente 21 ricoveri (tra cui un trentenne di Calcinato), mentre  40 sono le persone ad oggi positive alla legionella. Complessivamente risultano 191 i ricoverati. E i Comuni sono saliti a 9, con gli ultimi arrivati Calcinato e Bedizzole.

La paura

Con l’inzio delle scuole molti genitori si erano allarmati e alcune scuole avevano anche introdotto l’abitudine di utilizzare solo l’acqua in bottiglia.

In realtà la legionellosi si contrae attraverso il batterio della legionella, che però si trova in acqua: per ammalarsi bisogna inalare gocce microscopiche nebulizzate nell’aria (e in ogni caso, statisticamente, si ammala davvero comunque solo il 5% di chi le ha respirate, secondo i dati dell’Istituto superiore di Sanità).

Leggi anche:

Allarme polmonite West Nile e legionella: Lombardia sotto assedio

Allarme polmonite, Gallera: “E’ batterica. Pensiamo sia legionella”

Epidemia polmonite nuovo caso a Calcinato

Epidemia polmonite si allarga a Bedizzole

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli