il fatto

Tragedia a Palazzolo: recuperato il corpo di una donna nel canale

Stando alle prime ricostruzioni, la vittima si trovava a Capriolo a fare il bagno quando è stata trascinata via dalla corrente.

Tragedia a Palazzolo: recuperato il corpo di una donna nel canale
Sebino e Franciacorta, 01 Agosto 2020 ore 17:55

Aggiornamento delle 18.05

Stando alle prime ricostruzioni delle Forze dell’Ordine la donna, una 46enne, si trovava a Capriolo (dove risiede) a fare il bagno nella roggia Fusia con la sua famiglia, quando per cause ancora da accertare è stata trascinata via dalla corrente fino a che il suo corpo non è stato avvistato a Palazzolo, in via Molinara. Sul posto anche il marito e i tre figli piccoli della vittima, visibilmente sotto shock.

Ad avvistare la donna è stato Baciu Aurel, un 51enne di origini romene residente in zona: il testimone ha raggiunto il corpo della donna trasportato dall’acqua, ha provato a girarlo ma subito è stato chiaro che non c’era più nulla da fare. Vani anche i tentativi di rianimazione dei soccorritori.

5 foto Sfoglia la gallery

Allarme annegamento a Palazzolo

Non è ancora chiaro cosa sia successo, ne le generalità della persona coinvolta. Stando ai primi dati forniti da Areu i soccorsi sono intervenuti su un caso di annegamento in via Molinara, nel canale che costeggia l’ex cotonificio Ferrari, meta ambita dai ragazzi in cerca di un posto dove cacciare il caldo estivo.

Sul posto si sono precipitati i soccorritori della Croce Rossa di Palazzolo l’eliambulanza da Brescia. Con loro anche i Vigili del Fuoco di Palazzolo e i Carabinieri della stazione locale. Sono in corso le operazioni per recuperare il corpo dal canale, ora sono in corso gli accertamenti per capire cosa sia successo.

Non è la prima volta

Non è nuovo il quartiere al suono delle sirene. L’anno scorso un 22enne aveva rischiato di annegare nella stessa zona: si era tuffato da un ponticello ma, forse per un malore, forse per aver ingerito dell’acqua, non è più riuscito a tornare a riva ed era stato trascinato via dalla corrente. A salvarlo era stato l’amico che ha chiamato il 118,  si è gettato in acqua e lo ha afferrato, trattenendolo con forza a galla aggrappato alla sponda in attesa che arrivassero i soccorsi.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia