Fase 2

Alfianello si sta riprendendo la propria quotidianità

La comunità sta affrontando la fase 2 con un ritorno alla normalità con una sinergia tra Amministrazione e parrocchia

Alfianello si sta riprendendo la propria quotidianità
Bassa, 05 Giugno 2020 ore 12:13

La comunità sta affrontando la fase 2 con un ritorno alla tradizionale normalità in una sinergia tra Amministrazione e parrocchia

Alfianello si sta riprendendo la propria quotidianità

Nonostante la lenta ripresa la fede degli alfianellesi non perde colpi. Passo dopo passo prosegue il suo cammino.
La scorsa settimana al campo santo è stata celebrata la messa in suffragio ai defunti, in particolare a coloro che si sono spenti a causa della pandemia del Covid-19.

Domenica invece è stata ricordata la figura del Santo Lodovico Pavoni, figura carismatica del panorama bresciano e che svolse il proprio magistero anche nella comunità di Alfianello. Apprezzato da sempre e tuttora venerato. Non avendo potuto lo scorso 1 aprile festeggiare questa importante ricorrenza, il sindaco Matteo Zani e don Antonio, hanno voluto comunque ricordarlo.

Una celebrazione insolita

“Seppur non fossero presenti come ogni anno la famiglia pavoniana e gli ex allievi che, sicuramente, erano con noi spiritualmente abbiamo voluto ricordare il Santo Pavoni con il consueto scambio di doni tra Amministrazione comunale e parrocchia, a conferma dell’importanza del dialogo costruttivo e della fattiva collaborazione reciproca – ha commentato il primo cittadino – Su esempio della vita condotta dal Santo bresciano fonda le sue basi questa collaborazione, tassello fondamentale nella vita comunitaria alfianellese, educando i piccoli, i giovani, gli adolescenti e perché no gli adulti all’educazione verso i più bisognosi”.

Un periodo insolito, questo, che ha provato questo dialogo stia funzionando. “Quest’anno più che mai abbiamo potuto avere prova che solo attraverso il dialogo costruttivo e la costante collaborazione, si possono scalare anche le salite più dure – ha sottolineato il sindaco Zani – Ringrazio don Pierantonio, i collaboratori della parrocchia e dell’oratorio per il loro impegno a favore della comunità, insieme a tutti gli altri volontari che non hanno fatto mancare il loro aiuto”.

L’Amministrazione ha poi donato il cero (come di consuetudine) che alimenterà per tutto l’anno la luce del Santissimo

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia