Cronaca
Garda

Al via un ciclo di incontri formativi sul tema della disabilità

Da sabato 7 maggio al Museo Rambotti, educatrici ed esperte del settore, tratteranno i temi relativi all’informazione, alla gestione e al corretto rapporto relazionale con le persone fragili.

Al via un ciclo di incontri formativi sul tema della disabilità
Cronaca Garda, 30 Aprile 2022 ore 07:30

Al via un ciclo di incontri formativi sul tema della disabilità

Un percorso che parte dalla diagnosi di autismo per un genitore fino ad arrivare al focus sulle autonomie di vita e di adattamento della quotidianità di una persona con disabilità: temi eterogenei e rivolti a tutta la popolazione saranno trattati con professionalità e competenza nel ciclo di incontri “Formativo-Informativi” organizzati dal Comune, in collaborazione con le Cooperative Sociali Co.Ge.S.S. ed Elefanti Volanti.

Appuntamenti

I 5 laboratori avranno una durata di 2 ore e sono stati pensati con una doppia valenza: informare chiunque sia interessato ad approfondire il tema della disabilità e tutti gli aspetti ad essa correlati e nel contempo fornire alcune basi teoriche per approcciarsi in maniera corretta nel rapportarsi a persone in situazioni di svantaggio, attraverso una vera e propria formazione professionale. Le educatrici specializzate che terranno i corsi, sono infatti impegnate quotidianamente a portare la loro esperienza al servizio di bambini e adolescenti con autismo frequentanti l'ambulatorio "Spazio A" della Cooperativa Sociale Co.Ge.S.S., e a mettere in pratica molte delle strategie che verranno presentate durante gli incontri. L’attenzione sarà quindi posta su aspetti comportamentali, di autonomia e comunicazione, con l'intento di fornire una panoramica generale di possibili situazioni che si vengono a creare nell'approccio alla disabilità e nella fattispecie all'autismo. Gli incontri saranno quindi anche l'occasione per sensibilizzare su questa condizione di vita che vede coinvolte moltissime famiglie e che richiede un cambio di passo della società per riuscire nell'arduo compito di creare contesti di inclusione in ogni ambito di vita: scolastico, sportivo e relazionale.

Programma e modalità di iscrizione

Tutti gli appuntamenti si terranno all’interno del Museo Civico Archeologico Rambotti.

Primo incontro: 7.05.22. L’arrivo di un figlio, l’arrivo di una diagnosi di autismo, linee guida sull’autismo, definizione. A cura della Dott.ssa Baruzzi Cristina.

Secondo incontro: 28.05.22. Focus sull’importanza dello sviluppo delle abilità sociali e di gioco. A cura della Dott.ssa Fusi Simona

Terzo incontro: 4.06.22. Focus sulle autonomie di vita, di adattamento e gestione della quotidianità A cura della Dott.ssa Baruzzi Cristina

Quarto incontro: 21 .05.22. Focus sui comportamenti problematici, come saperli individuare e imparare a leggere il messaggio che veicolano, strategie di gestione del comportamento. A cura della Dott.ssaTabeni Stefania

Quinto incontro: 14.05.22. Focus sull’importanza di saper comunicare per relazionarsi con il mondo circostante e sui diversi strumenti di comunicazione alternativa e aumentativa, perché si scelgono e come si insegnano.

Per partecipare ai corsi è gradita la prenotazione contattando i servizi sociali allo 030/9120737 o scrivendo una mail a: zampedri.nicoletta@comune.desenzano.brescia.it

Cooperativa Co.Ge.S.S.

La Cooperativa Sociale Co.Ge.S.S. si occupa da oltre 25 anni della gestione di servizi rivolti a persone con disabilità nel territorio della Valle Sabbia.

Co.Ge.S.S. mira a diffondere la cultura dell’inclusione e della solidarietà, riducendo i pregiudizi legati alla disabilità, con l’intento di creare una comunità in cui tutte le persone, a prescindere dalle abilità specifiche, vivano, lavorino e crescano in uno stato di benessere sociale e psicologico.

Negli ultimi anni la Cooperativa ha sviluppato, parallelamente ai suoi servizi strutturati, progetti innovativi attraverso i quali persone con disabilità si possono cimentare nella gestione di strutture ricettive.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie