Cronaca
Condannati

Adescavano minori on line, coppia in carcere a Brescia

Il 50enne e la 44enne detenevano inoltre materiale pedopornografico.

Adescavano minori on line, coppia in carcere a Brescia
Cronaca Valli, 28 Settembre 2021 ore 10:44

Nei giorni scorsi i Carabinieri della Stazione di Breno hanno dato esecuzione a due provvedimenti di arresto a carico di una coppia di cittadini italiani, un 50nne e una 44nne, entrambi residenti in Valle Camonica.

Coinvolti minori

I provvedimenti di carcerazione, divenuti definitivi in quanto le sentenze di condanna sono passate in giudicato, sono stati emessi dalla Procura della Repubblica di Brescia e i reati contestati sono quelli di atti sessuali con minorenne, detenzione di materiale pedopornografico, pornografia minorile e corruzione di minorenne.

Fondamentale la testimonianza di una madre

Le indagini risalgono agli anni 2012-2017 ed erano state avviate dai Carabinieri grazie alla testimonianza della mamma di una ragazzina di 13 anni. La minore aveva conosciuto su una chat on line uno sconosciuto, spacciatosi come suo coetaneo, che voleva incontrarla e che per convincerla le aveva promesso vari regali.

Dietro al profilo fake un 50enne

In realtà gli accertamenti avevano dimostrato che quel profilo era falso ed era riconducibile al 50enne, che aveva come scopo principale quello di adescare la ragazzina. I Carabinieri, dopo aver individuato l’uomo, hanno perquisito la sua abitazione e sequestrato ogni dispositivo elettronico.

Cosa ha incastrato i due condannati?

Dall’esame del computer e dei telefoni dell’indagato è emerso vario materiale, poi dimostratosi utile a ricostruire le responsabilità dei due condannati, che all’epoca dei fatti avevano una relazione sentimentale. Gli elementi probatori raccolti hanno retto fino all’ultimo grado di giudizio pronunciato dalla Corte di Cassazione.

In carcere a Brescia

L’uomo è stato condannato condannato a 2 anni e 8 mesi di reclusione con applicazione della misura di sicurezza del divieto di avvicinarsi a luoghi frequentati da minori, mentre la donna a 3 anni e 4 mesi di reclusione. Entrambi sono stati associati in carcere a Brescia.

Necrologie