Addio al filosofo Emanuele Severino

Nato a Brescia, avrebbe compiuto 91 anni il 26 febbraio.

Addio al filosofo Emanuele Severino
21 Gennaio 2020 ore 17:32

Addio al filosofo Emanuele Severino. Nato a Brescia, avrebbe compiuto 91 anni il 26 febbraio.

Addio a Emanuele Severino

Era malato da alcuni mesi, ma la notizia della sua morte è stata resa nota solo dopo i funerali. E’ morto in questi giorni il filosofo Emanuele Severino. Nato a Brescia nel 1929, proprio tra poche settimane avrebbe compiuto 91 anni. Era infatti nato il 26 febbraio. Secondo fonti ufficiali, Severino si è spento lo scorso 17 gennaio, venerdì, ma il fatto è stato reso noto solo dopo le esequie con amici e parenti più stretti.

Breve storia

Severino è nato a Brescia nel ’29. Dopo gli studi si è laureato a Pavia nel 1950 con una tesi su Heidegger. Iniziò a insegnare filosofia teoretica l’anno successivo, spostandosi poi alla Cattolica di Milano. Nel corso della sua lunga carriera ha anche scritto numerosi libri. Nel 2005 l’Università Ca’ Foscari lo ha proclamato Professore emerito. Tra i suoi allievi, in giro per l’Italia, figura anche Umberto Galimberti. Negli ultimi anni ha insegnato Ontologia fondamentale a Milano. Accademico dei Lincei e Cavaliere di Gran Croce, ha collaborato per decenni con il Corriere della Sera.

Nel corso della sua lunga carriera ha anche scritto numerosi libri: al centro della sua produzione filosofica c’è però sempre stata la negazione del divenire. Severino è stato considerato il filosofo dell’essere e dell’eterno e ha sempre pensato ad “un ritorno” e non ad una fine certa. “Non ci attende la reincarnazione o la resurrezione, ma qualcosa di infinitamente di più”, ha ripetuto. Severino ha anche spesso criticato sia il capitalismo che il consumismo.

TORNA ALLA HOME

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia