Menu
Cerca

Accessi al pronto soccorso per malattie respiratorie bimbi, è +23%

Accessi al pronto soccorso per malattie respiratorie bimbi, è +23%
Cronaca 01 Maggio 2017 ore 10:57

Come anticipa il sito del Comune di Calcinato, «a breve sarà organizzato un incontro pubblico nel quale Ats Brescia illustrerà la valutazione eseguita sullo stato di salute dei residenti di Calcinatello e Calcinato». Dalla relazione pubblicata sul sito e redatta da Ats è possibile conoscere i risultati del monitoraggio dello stato di salute dei cittadini di Calcinatello e in misura minore Calcinato. Un’indagine essenziale sia ai fini della programmazione  e  del controllo  dei  servizi  sanitari, sia  per  identificare  eventuali  criticità sanitarie nella popolazione ed affrontarle adeguatamente. L’indagine svolta da Ats ha utilizzato diversi valori della banche dati, dai ricoveri ospedalieri, a quelli del pronto soccorso, alle visite specialistiche e ambulatoriali, con la possibilità quindi di registrare le cause di mortalità, le incidenze dei tumori e delle malformazioni. 

Le tabelle riportano sia gli eventi sanitari attesi che quelli osservati sul territorio, in relazione anche alla media registrata a livello provinciale per i singoli eventi sanitari.   Viene  inoltre  effettuata  la  ricerca  di  cluster  significativi  di  eccesso  di mortalità o incidenza  delle malattie studiate.  I  dati  relativi  a Calcinatello,  essendo  questi  una frazione  di  Calcinato,  sono  compresi all’interno  di  quelli  del  comune  cui  appartiene. Di fronte  però  all’allarme  sociale  generato dalla  presenza  di  discariche  nella  zona  si  è  ritenuto  opportuno  effettuare  un’analisi  specifica per tale frazione. Il  progetto  ha  uno  scopo,  descrivere  lo  stato  di  salute  della  popolazione  rispetto  alla  media  bresciana. Lo studio che è di tipo ecologico non permette come spiega Ats nella nota, di identificare le  eventuali cause, ma solo fenomeni sospetti su cui ovviamente procedere con l’indagine.  Le voci considerate sono «Mortalità per cause», «incidenza di ictus» e «infarti», «ricoveri per malattie respiratorie», «accessi al pronto soccorso e uso di farmaci nei bambini» e «prematurità e basso peso alla nascita».

Ci limitiamo a pubblicare i dati, senza addentrarci in considerazioni o chiarimenti che spetteranno agli Amministratori in carica.

Dalle conclusioni della relazione, risulta che «la  percentuale  di  bambini  che  avevano  avuto  almeno un  accesso  al  Pronto  Soccorso  per qualsiasi  causa  nel  corso  del  2012-16  era,  rispetto alla  media  Ats,  più  elevata  del  23%  a Calcinatello  e  del  10%  nel  resto  di  Calcinato;  l’eccesso  maggiore  si riscontrava  per  le  malattie  dell’apparato  respiratorio  (+26%  e  +23%  rispettivamente  a Calcinatello e a Calcinato). Va  fatto  rilevare  che  a Calcinatello  vi  sono  stati anche  eccessi  per  traumi  (+13%)  ed  altre patologie (+12%) mentre nel resto del comune di Calcinato vi sono stati eccessi di accesso al PS per malattie infettive (+10%)   e per tutte le altre malattie (+10%). 

La  percentuale  di  bambini  che  avevano  avuto  almeno una  prescrizione  di  un  farmaco  per patologie   respiratorie   nel   corso   del   2012-16,   era   significativamente   più   bassa   sia   a  Calcinatello  (-15%)  sia  nel  resto  del  comune  di  Calcinato  (-6%)  rispetto  a  quanto  visto  nel  resto  dell’Ats.

La percentuale di bambini invece che avevano avuto almeno una prescrizione di antibiotici nel corso del  2012-16  era  moderatamente  più  elevata  rispetto al  resto  dell’Ats  sia  per  Calcinatello (+13%) sia per il resto del comune di Calcinato (+11%). Per quanto riguarda l’incidenza di prematurità, prematurità grave e  basso peso alla nascita nei nati  a  termine non  si  sono riscontrate  differenze  nelle  partorienti  residenti  a  Calcinatello e Calcinato rispetto alla media Ats. Tra le voci considerate anche l’andamento della mortalità, differenziate da maschi a femmina.  L’analisi  di  mortalità - si legge nella nota -  mostra  per  Calcinatello  una sostanziale  similitudine  rispetto  alle medie Ats per entrambi i sessi, con la sola eccezione dell’eccesso di mortalità nei maschi per tumori maligni di laringe trachea bronchi e polmoni. L’analisi di mortalità mostra per Calcinato una mortalità generale nei maschi più elevata dell’8%  rispetto  alla  media  provinciale con  alcuni  eccessi specifici  significativi  (malattie  infettive, condizioni perinatali, malattie ischemiche del cuore). Nelle donne la mortalità è in linea con la media della Provincia (+6% ma tale differenza non è statisticamente significativa) con un eccesso per la mortalità per malattie respiratorie. Le  incidenze  per quanto riguarda invece fatti sanitari quali ictus e infarto  miocardico  acuto  nella  popolazione  di Calcinatello e Calcinato sono simili alle medie Ats per entrambi i sessi. Nella  frazione  di  Calcinatello  non  si  ravvisa  alcuna  criticità  per  quanto  riguarda l’incidenza di ictus e infarto miocardico acuto.

Si evidenzia però sia  negli  anziani  residenti  a  Calcinatello  ed  in  minor  misura  anche  quelli  residenti  nel resto del paese un  tasso  di  ricovero  più  elevato  rispetto  alla  media. Nello specifico esiste un cluster che coinvolge Montichiari ed alcuni comuni a  sud  di  questi  che  presentano  un  eccesso  di  ricoveri  per  patologia  respiratoria  nella popolazione anziana in cui Calcinatello è compreso.

L’analisi conferma in conclusione un maggior accesso al pronto soccorso per malattie respiratorie sia per i bambini di Calcinatello che di Calcinato. Come anticipano dal Municipio, a breve sarà organizzato un incontro per spiegare alla cittadinanza l’esito dello studio.


Necrologie