A scuola di sport, presentato il progetto di collaborazione tra la Canottieri Garda e il liceo Fermi

Il progetto intende far si che scuola e sport possano lavorare in maniera sinergica contribuendo alla formazione completa dei ragazzi

A scuola di sport, presentato il progetto di collaborazione tra la Canottieri Garda e il liceo Fermi
Garda, 10 Dicembre 2018 ore 21:55

Presentato questa sera nella Sala Trofei della Società Canottieri Garda Salò il progetto «A scuola di sport: un'occasione per crescere insieme».

Lo sport come strumento sociale

La vision della Società Canottieri è di promuovere la passione per lo sport quale strumento sociale, educativo e culturale, offrendo e garantendo un ambiente sportivo positivo ispirato ai concetti di lealtà, correttezza, amicizia e rispetto per gli altri. É ineccepibile il ruolo dello sport come veicolo di inclusione, partecipazione e aggregazione sociale, come strumento di benessere psicofisico, prevenzione e educazione.

Sulla base di questi principi si è strutturato il progetto di collaborazione tra la Società Canottieri Garda e il Liceo Fermi di Salò, che si prefigge come obiettivi:

la valorizzazione della promozione di attività volte a rendere accessibile lo sport, in particolare ai minori;

creare le condizioni necessarie per evitare il fenomeno del drop-out (abbandono precoce);

implementazione di strategie per avvicinare allo sport gli studenti disabili;

e realizzazione di condizioni per conciliare gli impegni di studio e di attività sportiva agonistica.

Gli studenti iscritti al Liceo Fermi nell’anno scolastico 2018/2019 sono circa 1100: attualmente 780 partecipano all’attività didattica organizzata in collaborazione con la Canottieri Garda Salò, ovvero 9 lezioni di corso di nuoto e 5 lezioni di corso di tennis. Ai corsi partecipano anche studenti disabili (8 classi hanno al loro interno studenti con disabilità), avvicinare le persone con disabilità al mondo dello sport è un altro passo per garantire uguali dignità e opportunità di benessere alle persone.

Un altro punto fondamentale della collaborazione è il sostegno a studenti-atleti nel loro cammino formativo scolastico e post-scolastico per permettere l’inserimento nel mondo del lavoro (dual career).

La Canottieri Garda e il Liceo Fermi credono che le due attività non dovrebbero annullarsi, ma al contrario lavorare sinergicamente incoraggiando una gli obiettivi dell’altra. L’obiettivo comune è quello di aiutare gli studenti-atleti a conciliare il percorso sportivo con quello scolastico e infatti 18 sono gli studenti-atleti presenti all’interno delle  squadre agonistiche ai quali la società si è attrezzata per andare incontro alle loro esigenze di studio.

La partecipazione degli studenti alle attività promosse dalla  Società è confermata nei numeri e nelle discipline; i corsi di nuoto e tennis sono stati organizzati in anticipo rispetto alle stagioni precedenti per consentire una gestione ottimale a entrambe le organizzazioni.

Potenziata l'offerta per gli studenti disabili

La Canottieri Garda ha deciso di potenziare il proprio impegno in particolare per quanto riguarda l’offerta rivolta agli studenti disabili. Tenendo fisso l’obiettivo di utilizzare lo sport come strumento di inclusione sociale, da questa stagione le classi partecipanti al progetto nuoto al cui interno sono presenti studenti disabili, hanno a disposizione un istruttore di supporto (in sovrannumero rispetto a quelli previsti dalla convenzione), che si occupa, durante l’ora di lezione, di seguire la didattica e i bisogni degli studenti e favorirne l’inclusione.

Conciliare sport e scuola deve essere un diritto di tutti

Anche sulla scorta dello spirito dell’iniziativa del Coni e Miur rivolta a favorire gli studenti – atleti di alto livello, la Canottieri ritiene di dover favorire l’accesso allo sport anche per le categorie giovanili e non ancora rientranti nei parametri di alto livello nazionale.

Per questo motivo la Società ha deciso di dotare il polo sportivo di spazi idonei allo studio per tutti gli studenti-atleti, che avranno la possibilità di fermarsi direttamente nel dopo scuola per dedicare allo studio le ore che precedono l’allenamento.

Il progetto prevede l’istituzione di un tutor interno che possa seguire il percorso scolastico dei propri atleti, individuato nell’allenatore di ogni disciplina. Tale figura tiene rapporti periodici con il consiglio di classe per consentire continuo scambio di informazioni su programmi e necessità dello studente-atleta, sia in termini di impegni scolastici futuri che di prospettive di risultati, così come di pianificazione sportiva. Il tutor interno potrebbe fornire a inizio stagione il planning stagionale dettagliato degli impegni agonistici come semplice informazione.

Infine, è stato istituito un vero protocollo per i periodi di alternanza “scuola-lavoro” degli studenti del Liceo Fermi in osservanza delle pratiche interne con la stesura di un programma di lavoro.

Tutto il progetto è stato possibile grazie al sostegno di due aziende appartenenti al Club degli Sponsor 2018: Banca del Territorio Lombardo e Cassa Rurale Adamello Brenta. Le aziende hanno accolto con entusiasmo la possibilità di finanziare un progetto volto alla diffusione della pratica sportiva tra i giovani:

«Scuola e sport sono due pilastri fondamentali nella formazione dei giovani - ha detto Marco Maroni presidente della Società Canottieri Garda Salò - è importante fare in modo che l'uno non escluda l'altro».

Intervenuto anche il vice preside del Liceo Enrico Fermi Marco Basile:

«Penso sia necessario ribaltare il detto "mens sana in corpore sano" - ha detto - si più avere una mente sana quando anche il corpo è sano, attivo, in movimento, allontanarsi dalla concezione per la quale la mente occupa il posto più importante, allontanarsi dalla concezione che l'educazione fisica sia, tra le materie, la meno importante».

Intervenuti inoltre il direttore tecnico nuoto Carlo Boni, maestro della scuola tennis Vincenzo Rastelli, lo studente-atleta Andrea Bazzoli e Luca Maffezzoni, studente disabile che ha portato la sua testimonianza.

 

 

TORNA ALLA HOMEPAGE

Necrologie