Quinzano d'Oglio

A Quinzano un monumento per le vittime mietute dal Covid

Una lastra in marmo con una frase toccante per non dimenticare

A Quinzano un monumento per le vittime mietute dal Covid
Cronaca Bassa, 05 Giugno 2021 ore 10:03

Quinzano torna ad abbracciarsi: se non fisicamente almeno spiritualmente dato che mercoledì ci sono state in paese due importanti cerimonie.
Nella giornata della Festa della Repubblica infatti, dopo la deposizione della corona d’alloro al monumento dei caduti, è stato scoperto il monumento dedicato ai morti di Covid.

Un luogo di commemorazione collettiva

Una lastra semplice, in marmo, al centro del camposanto, con una scritta toccante e importante per tutta la comunità che in questo ultimo anno e mezzo ha tanto sofferto.
Migliaia i morti in ospedale a causa del virus che ha tolto loro il respiro, terribili le vicende accadute in tutti gli ospedali d’Italia, per questo, a Quinzano, territorio della Bassa bresciana che ha sofferto immensamente la frase «Strappati dagli affetti, di vivo ricordo rammendate i loro cuori» è stata quanto mai azzeccata.
Presente mercoledì mattina tutta la Giunta al completo, le autorità come Polizia locale, carabinieri, Protezione Civile, le associazioni di volontariato di tutto il territorio e la cittadinanza per poter partecipare al momento.
Insieme, ma distanziati con la mascherina in dosso, per poter ricominciare ancora una volta insieme.
«E’ un monumento che abbiamo voluto dedicare a tutti i cittadini per avere un luogo di commemorazione collettiva - ha spiegato il primo cittadino - Quanto accaduto è da lasciare alle spalle però non è da dimenticare, affinché non si ripeta mai più. La nostra comunità è stata particolarmente colpita dal lutto durante la prima ondata con oltre un centinaio di persone non ufficialmente ma ufficiosamente decedute per via del Covid, questo è un monumento del ricordo e invito tutti i cittadini a depositare almeno un fiore quando vorranno, così da averne di freschi sempre. Una maniera quotidiana per non dimenticare mai più».
Un discorso toccante, che ha fatto versare qualche calda lacrima.

Necrologie