Cronaca

56 arresti per traffico internazionale di cocaina, 130 chili di droga sequestrati

Le basi in Italia erano a Brescia, Cazzago e Romano di Lombardia.

56 arresti per traffico internazionale di cocaina, 130 chili di droga sequestrati
Cronaca Brescia, 22 Novembre 2018 ore 08:25

Sono terminati questa mattina gli arresti da parte degli uomini del Gruppo Investigativo Criminalità Organizzata-Gruppo Operativo Antidroga del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Brescia.

Si tratta di 32 provvedimenti di custodia cautelare in carcere nei confronti dei componenti di tre organizzazioni criminali transnazionali, di matrice albanese, dedite al traffico internazionale di cocaina. In Italia avevano due basi a Brescia, una Cazzago san Martino e una a Romano di Lombardia, in provincia di Bergamo.

Rotta europea della droga

Le varie partite di stupefacente viaggiavano attraverso una vera e propria "rotta europea della droga" tracciata dai trafficanti: partivano dall'Olanda passando dalla Germania per poi arrivare in Italia.

Le organizzazioni si appoggiavano a una concessionaria d'auto che forniva loro diverse auto per gli spostamenti in tutta Europa. Tutti i mezzi erano di alta cilidrata, forniti di doppi fondi ben celati. Molto particolari i meccanismi per aprire i doppi fondi: in un caso era necessario inserire la retromarcia, chiudere l'aria condizionata e accendere l'auto per far accedere al vano segreto.

Non solo droga ma anche un rapimento

La pericolosità del sodalizio è confermata non solo dalla disponibilità di armi ma anche dal rapimento di un ex sodale, che aveva rubato della droga al gruppo cercando di venderla per conto proprio.

La Guardia di finanza ha individuato il luogo di detenzione a Ultrecht in Olanda. La Polizia olandese ha in seguito arrestato l'uomo incaricato di consegnare l'arma al sicario. La Polizia tedesca ha invece fatto irruzione nel luogo di prigionia arrestando i responsabili.

L'operazione

L'operazione “Boca” (Brescia Operazione Criminalità Albanese) è stata diretta dalla Procura distrettuale Antimafia e Antiterrorismo di Brescia. Le indagini sono state svolte sotto il costante ausilio tecnico del Servizio centrale investigazione criminalità organizzata della Guardia di finanza e dalla Direzione centrale servizi antidroga del Ministero dell'Interno e hanno coinvolto a supporto anche le polizie del Belgio, Germania, Grecia e Albania.

Coca, armi e immobili sequestrati

L’operazione odierna conclude l’indagine che ha già portato all’arresto in flagranza di reato di ulteriori 24 persone e al sequestro di 130 chilogrammi di cocaina, oltre a diverse armi da fuoco, beni mobili e immobili per oltre 1 milione di euro, nonché di una concessionaria d’auto.

I 130 chili di droga sono stati sequestrati in vari momenti differenti, in un caso anche di 30 chili in contemporanea. Sono stati effettuati nelle province di Brescia, Bergamo, Lucca, Pavia, Macerata, Lucca, Modena oltre che nelle vicinanze dell' aeroporto di Amsterdam.

 

Necrologie