Garda

180mila euro per l’adeguamento delle scuole a Lonato

Confermarti per il nuovo anno scolastico i servizi di mensa, trasporto, pre e dopo scuola

180mila euro per l’adeguamento delle scuole a Lonato
Garda, 31 Agosto 2020 ore 18:20

180mila euro per l’adeguamento delle scuole a Lonato.

Interventi

Questa mattina il sindaco Roberto Tardani con il vicesindaco Nicola Bianchi, la dirigente scolastica dell’istituto comprensivo Ugo da Como Fiorella Sangiorgi e il nuovo dirigente dell’istituto, Luigi Speranza, (che da domani sostituirà Sangiorgi) hanno presentato gli interventi fatti nelle scuole per rispettare le normative anti Covid. La spesa per questi interventi è stata di 180mila euro ed è stata utilizzata una parte dei fondi regionali e statali ricevuti dal comune di Lonato. Alla scuola primaria Don Milani sono stati fatti degli interventi strutturali per adeguare la capienza di due aule. Alla primaria di Centenaro, oltre ai lavori di adeguamento sismico per una spesa di 360mila euro, sono stati realizzati due spazi didattici all’interno della palestra: una classe e un’aula per il sostegno. Nella scuola secondaria primo grado Tarello sono stati rifatti i bagni, per adeguarli alle esigenze dei disabili, è stata rifatta la pavimentazione, adeguato l’impianto termico e ritinteggiato tutto l’edificio. Tutti gli edifici scolastici sono stati inoltre dotati dei dispositivi di protezione individuale: mascherine e gel igienizzante mani per i bambini.

Mensa e trasporti

Come ha spiegato il primo cittadino Roberto Tardani durante l’incontro, sono stati mantenuti i servizi di pre e dopo scuola, la mensa e lo scuolabus. Nelle tre scuole dell’infanzia (Papa, De Andrè e Wojtyla) ogni sezione mangerà all’interno della propria classe, mentre gli alunni della primaria potranno usufruire dello spazio mensa usato anche in passato. I pasti saranno individuali e consegnati ai bambini in contenitori auto sigillanti, gli stessi che attualmente il Comune utilizza per consegnare i pasti alle famiglie sul territorio. Confermato anche il servizio scuolabus: grazie al numero di bus e corse presenti sul territorio sarà possibile rispettare la normativa che prevede che il pullman possa viaggiare a capienza massima di alunni per un massimo di 15 minuti. Per quanto riguarda invece gli ingressi e le uscite degli alunni l’istituto più problematico risulta essere quello delle medie Tarello, ma grazie ad un accordo con la Polizia Locale gli alunni entreranno scaglionati con 5 minuti di differenza tra un gruppo e l’altro.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia