benaco

12esimo giro del Garda in Kayak, la Guardia Costiera raccomanda "la cauta navigazione": le zone interessate

Nel tratto compreso fra Riva del Garda e Malcesine

12esimo giro del Garda in Kayak, la Guardia Costiera raccomanda "la cauta navigazione": le zone interessate
Pubblicato:

12esimo giro del Garda in Kayak, la Guardia Costiera lago di Garda con sede a Salò raccomanda "la cauta navigazione": le zone interessate.

L'appello della Guardia Costiera in occasione del 12esimo giro del Garda in Kayak

Oggi, venerdì 28 giugno 2024, il tratto di costa compreso fra Riva del Garda (sulla sponda trentina del lago) e Malcesine (sulla sponda veronese del bacino benacense) sarà interessato dalla manifestazione rematoria con Kayak, si tratta del 12esimo giro del lago in Kayak, quarta tappa.

Da parte della Guardia Costiera la raccomandazione a prestare:

"La massima attenzione e la cauta navigazione".

 

Kayak, di cosa si tratta

Si tratta di un tipo di canoa che nasce tra gli inuit delle costiere artiche e subartiche dell’America settentrionale. Originariamente fatto di legno e ricoperto da pelli di foca, era stata pensata  per essere spinta e manovrata da una pagaia a doppia pala, a differenza della canoa canadese. “Kayak” significa letteralmente “canoa degli uomini”, che si contrappone a “umiak“, “barca delle donne”. Oggi è associato alle imbarcazioni sportive e turistiche, si compone di uno scafo in polietilene, estremamente resistente, una struttura interna con longheroni in metallo e plastica che sostiene gli elementi di appoggio.

Nell'immagine in evidenza la cartografia con, in rosso, la zona interessata dal passaggio della manifestazione.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali