Attualità
Infanzia

Unicef protagonista a Brescia, al centro sport e diritti

Sono stati organizzati due momenti, con il patrocinio di Asst Spedali Civili di Brescia, Comune di Brescia, Provincia di Brescia, Questura di Brescia, Università degli Studi di Brescia e con la collaborazione dell'Ufficio Scolastico di Brescia.

Unicef protagonista a Brescia, al centro sport e diritti
Attualità 24 Maggio 2022 ore 16:08

In occasione del 31° anniversario della ratifica della Convenzione Onu dei Diritti dell'Infanzia e dell'Adolescenza, venerdì 27 maggio Brescia diventa protagonista degli eventi che Unicef promuove a livello nazionale con una giornata dedicata a sport e diritti.

Alcuni dati

Nel Bresciano, secondo il report 2021 sullo stato di salute della popolazione infantile dell'Ats Brescia, su 16.151 bambini di età 2-13 anni (età media 8,04 anni) di cui sono stati rilevati i dati dai pediatri di libera scelta, il 69% pratica attività fisica in modo libero e continuo, a livello dilettantistico o agonistico. Resta, però, circa un terzo dei bambini che è sedentario o esegue attività fisica solo in modo discontinuo, rispettivamente il 18,3% e il 12,7%. Partendo da questo quadro di contesto, la giornata organizzata da Unicef Brescia vuole promuovere una riflessione sul valore dello sport come strumento per concretizzare i diritti dei minori relativamente a salute, educazione, partecipazione, eguaglianza, fornendo a educatori, docenti, amministratori, famiglie spunti di riflessione, modelli positivi e nuove chiavi di lettura, anche per affrontare il tema del disagio giovanile.

Gli interventi in programma

Per questo, sono stati organizzati due momenti, con il patrocinio di Asst Spedali Civili di Brescia, Comune di Brescia, Provincia di Brescia, Questura di Brescia, Università degli Studi di Brescia e con la collaborazione dell'Ufficio Scolastico di Brescia. Il primo momento della giornata è il convegno che si terrà nell'Aula Magna di Medicina di Università degli studi di Brescia dalle 8,30. L'apertura sarà affidata al direttore generale di Unicef Paolo Rozera, a cui seguiranno quattro blocchi dedicati a quattro diritti della Convenzione (salute, educazione, partecipazione ed eguaglianza) declinati in relazione allo sport. Interverranno esperti, studiosi e professionisti dello sport, che forniranno informazioni teoriche ed esperienze dirette. Per il tema salute, ci saranno le relazioni del professor Claudio Orizio, Presidente del Consiglio dei Corsi di Studio aggregati in Scienze Motorie e Scienze e Tecniche delle Attività Motorie Preventive e Adattate dell'Università degli studi di Brescia (Università degli Studi di Brescia), del professor Fausto Capellini, della Scuola secondaria di I grado “Virgilio” di Cremona , che parlerà di sport e disabilità portando l'esempio del baskin, e Guido Bonvicini (emontzioni), Collegio Guide Alpine Regione Lombardia, che porterà la sua esperienza legata all'alpinismo. Per il tema educazione, interverrà la professioressa Elisa Fazzi, ordinario presso l’Università di Brescia e direttore della U.O. Neuropsichiatria dell’Infanzia e dell’Adolescenza ASST Spedali Civili di Brescia (Università degli Studi di Brescia/ASST Spedali Civili) che parlerà di sport e disturbi del neurosviluppo. Seguirà Cristina Pezzi, pedagogista, pedagogista dello sport e Presidente ASD Insieme verso la meta, sul tema dello sport come strumento educativo e Paul Griffen, ex nazionale italiana di rugby. Per il diritto alla partecipazione, interverrà Domenico Geracitano, Vice Sovrintendente tecnico Questura di Brescia (Questura di Brescia) che affronterà il tema complesso della “rete” e di  come lo sport può essere lo strumento per far sì che i giovani non restino intrappolati nel web. Seguirà Fabrizio Benzoni, consigliere comunale con delega allo sport del Comune di Brescia che relazionerà sui luoghi dello sport. Infine, sarà illustrata l'esperienza del Jinnah Cricket Club Brescia, vincitore di tutte le competizioni nazionali per questo sport, a testimonianza di come lo sport possa essere strumento di inclusione. Infine, per il blocco dedicato all'eguaglianza, Gabriele Rosa, medico cardiologo, fondatore Marathon Medical Center di Brescia (Marathon Medical Center, racconterà come lo sport possa generare opportunità. A seguire Rozera dialogherà con Maya Stratulea, ultramaratoneta bresciana e testimonial di Unicef.

Come fare per iscriversi

Per partecipare, è richiesta l'iscrizione attraverso: https://www.eventbrite.com/e/bigliettisport-e-diritti-dellinfanzia-e-delladolescenza-319637292747. Sono disponibili ancora dei posti. Il pomeriggio sarà invece dedicato a bambini, bambine e adolescenti, a cui sono dedicati i laboratori sportivi gratuiti a Campo Marte. Dalle 15 alle 19, ci saranno: arrampicata grazie a Pontedilegno Ski School e Collegio Guide Alpine Lombardia; passaporto sportivo progetto a cura di Rosa Associati; attività motoria ludica e educativa a cura di Asd Insieme verso la meta; cricket a cura di Jinnah Cricket Club; freesby a cura di CUS – Brescia; Disco Golf a cura di Rosa Associati; volley a cura di Real Volley. L'accesso è libero e gratuito; consigliata la prenotazione a comitato.brescia@unicef.it. Saranno presenti, inoltre, lo standi di Unicef e delle associazioni dell'Ospedale dei Bambini di Asst Spedali Civili di Brescia. Già confermata la presenza di AIL, Associazione Bambino Emopatico, Casa Ronald McDonald Brescia, Nati per vivere, AAMPI, Essere Bambino, Ambra, che prepareranno dei banchetti con gadget e piccole attività per i bambini. Ad aprire il pomeriggio, l'esibizione del coro “La ciurma” dell'Istituto comprensivo Sud 2 “Franchi”.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie