Attualità
Chiari

Undici attraversamenti illuminati: la città diventa più sicura per i pedoni

I lavori stradali hanno interessato luoghi strategici come le scuole e l’ospedale, ma anche la casa di riposo e il campo sportivo.

Undici attraversamenti illuminati: la città diventa più sicura per i pedoni
Attualità Bassa, 23 Ottobre 2021 ore 11:00

Attraversamenti pedonali illuminati e dunque più sicuri, soprattutto nei luoghi più strategici della città. Sono in fase di ultimazione diversi interventi di riqualificazione che hanno interessato numerose "strisce bianche" presenti sul territorio di Chiari.

Undici attraversamenti illuminati: la città diventa più sicura per i pedoni

Nello specifico, nell'ambito del progetto «Attraversamenti pedonali sicuri», è stata riqualificata la segnaletica e si è provveduto a dotare i passaggi pedonali di impianti adeguati di illuminazione.
Gli interventi sono stati finanziati al 70% con risorse che il Comune di Chiari ha ottenuto da Regione Lombardia. Nello specifico, nell’ambito del progetto promosso dal Pirellone che prevede «Interventi per la riduzione dell’incidentalità stradale attraverso il miglioramento e la razionalizzazione della segnaletica stradale» sono stati assegnati a Chiari 56.456,04 euro mentre il Comune ha aggiunto 24.195,44 euro (per un importo complessivo di 80.651,48 euro).

L’intervento, realizzato con Engie Energia (che illumina già gran parte della città) è stato realizzato a seguito di un’analisi sul territorio che ha, appunto, fatto emergere le aree che necessitavano (per fruizione, posizioni e interesse) di maggiore visibilità.

Così, è stato «messo mano» agli attraversamenti nei pressi del Polo scolastico della primaria (in via Lancini), ma anche di quello della secondaria (in via Roccafranca dove sorgerà un’intera rete di collegamento ciclabile per il raggiungimento della scuola) e in via Maffoni (che attualmente ospita le medie in attesa della costruzione del nuovo polo). Si è agito anche su quello vicino al Campo sportivo (in via Santissima Trinità), davanti all’ospedale (viale Mellini), sulla ex Sp11 (tra via Milano e viale Teosa), su viale Cadeo, dove c’è la casa di riposo, e su viale Mellini (in prossimità della biblioteca e dei giardini pubblici). Gli attraversamenti sono sono stati messi in evidenza attraverso una segnaletica verticale semplice, proiettori led o retroilluminanti led. Inoltre, sono stati illuminati su piano orizzontale, proprio per evidenziare l’attraversamento, ma soprattutto su piano verticale, illuminando il corpo dei pedoni e rendendoli visibili già sulle aree d’attesa (condizione fondamentale per la prevenzione degli incidenti sugli attraversamenti).

«La sicurezza del cittadino resta uno degli obiettivi che l’Amministrazione si è posta - ha ribadito il vicesindaco e assessore ai Lavori pubblici, Maurizio Libretti - Quando possiamo intervenire, lo facciamo. Partiamo da questo, anche grazia al contributo di Regione Lombardia, e poi andremo a migliorare anche tanti altri aspetti riguardanti la viabilità».

Necrologie