Attualità
Coldiretti Brescia

Suini e circuito Dop, Coldiretti Brescia: "Si controlli, no accanimento burocratico"

Giacomelli: "Una situazione paradossale, urge intervento risolutivo.".

Suini e circuito Dop, Coldiretti Brescia: "Si controlli, no accanimento burocratico"
Attualità Brescia, 03 Agosto 2022 ore 15:15

Gli allevatori di suini non stanno attraversando un periodo positivo, compressi tra costi di alimentazione ed energetici alle stelle e prezzi alla stalla che non coprono i costi di produzione. Con l’aggravante dell’emergenza siccità che sta mettendo a repentaglio il raccolto nei campi. Da qualche settimana si sono poi aggiunti i controlli del circuito delle DOP, Prosciutto di Parma e Prosciutto di San Daniele, per gli animali inviati al macello nel 2020  e nel 2021.

Situazione paradossale

“Gli allevatori stanno vivendo una situazione paradossale – interviene il presidente di Coldiretti Brescia Valter Giacomelli -  una visita ispettiva per ogni carico sottoposta a controllo. I nostri associati ci segnalano continuamente situazioni di più controlli per lo stesso allevamento”.

 

La situazione che stanno vivendo le imprese – precisa Coldiretti Brescia – è al limite dell’assurdo, come ad esempio quello che è successo ad un allevatore bresciano: 11 camionate, 11 controlli in giorni diversi, 11 mattinate da dedicare ai controllori e 11 costi da sostenere, perché l’onere del controllo è a carico dell’allevatore.

 

“Nulla in contrario ai controlli previsti dal disciplinare – precisa Claudio Cestana suinicoltore di Manerbio e vicepresidente di Coldiretti Brescia– sappiamo che la forza e la credibilità delle DOP passa anche attraverso la serietà delle verifiche, ma in questo si tratta di un vero e proprio accanimento burocratico, quando si potrebbe fare tutto in una unica uscita da parte dei controllori”.

 

E su questa partita si registra il triste rimpallo di competenze e di responsabilità tra il Ministero, i Consorzi di tutela e gli organismi di controllo:

“Coldiretti  - conclude il presidente Giacomelli – è da settimane parte attiva nei confronti degli enti preposti perché si individui una soluzione sostenibile e di assoluto buon senso in linea con la tanto millantata sburocratizzazione”.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie