Attualità
tra capriolo e paratico

Statale più sicura per i pedoni con il nuovo tratto di marciapiede

Operai all’opera tra Paratico e Capriolo lungo la Ss469. Per il 2023 il Comune ha previsto di realizzarne un altro pezzo fino al campo da calcio

Statale più sicura per i pedoni con il nuovo tratto di marciapiede
Attualità Sebino e Franciacorta, 15 Ottobre 2022 ore 08:56

Gli operai sono al lavoro lungo la strada statale che collega Paratico a Capriolo per la realizzazione di un nuovo tratto di marciapiede. L’obiettivo è dare la possibilità ai pedoni e ai residenti dei due paesi di recarsi in tutta sicurezza alle attività presenti sulla Ss469.

Statale più sicura per i pedoni con il nuovo tratto di marciapiede

"Si tratta della continuazione della messa in sicurezza di via Garibaldi - ha spiegato il sindaco di Paratico, Gianbattista Ministrini - Stiamo intervenendo in un tratto di 200 metri: mettiamo in sicurezza la strada con la realizzazione del marciapiede, con il raccoglimento delle acque bianche e la creazione di un’aiuola che fa da spartitraffico. Arriviamo fino al parcheggio di pertinenza delle attività".

L’opera ha un costo totale di 65mila euro, somma coperta interamente da un contributo regionale a fondo perduto. Il cantiere chiuderà entro metà novembre e a breve il traffico, che al momento è a senso unico alternato regolato da semaforo nelle ore diurne dei giorni feriali per permettere agli operai di lavorare in sicurezza, tornerà a doppio senso.

Nel piano delle opere pubbliche del prossimo anno il Comune di Paratico ha già inserito la realizzazione di un ulteriore tratto di marciapiede a completamento dell’opera avviata in questi giorni. L’idea è di riuscire ad arrivare al sentiero di accesso pedonale all’area sportiva del Vanzago. In questo modo chi vive in centro storico potrà recarsi ai campi da calcio e al parco senza il rischio di essere investiti dai veicoli in transito lungo l’arteria.

"Sul 2023 abbiamo inserito un ulteriore tratto di marciapiede - ha concluso il sindaco - Sono stati previsti 170mila euro e abbiamo buone speranze per ottenere dei contributi da parte di Regione Lombardia per la messa in sicurezza delle strade".

Seguici sui nostri canali
Necrologie