Attualità
salute mentale

Servizio di ascolto territoriale: 712 colloqui in un anno e 5 psicologi coinvolti

Si rivolge a ragazzi di età compresa tra i 15 e i 23 anni

Servizio di ascolto territoriale: 712 colloqui in un anno e 5 psicologi coinvolti
Attualità Brescia, 09 Gennaio 2023 ore 15:34

Servizio di ascolto territoriale, i numeri confermano il successo dell'iniziativa.

Servizio di ascolto territoriale

Le attività del Servizio di ascolto territoriale integrato, promosso dall'Assessorato alle Politiche Giovanili e Pari Opportunità del Comune di Brescia in collaborazione con Fraternità Creativa Impresa Sociale S.C.S. Onlus, riprenderanno da lunedì 16 gennaio 2023. Il servizio, avviato in via sperimentale nel 2022 con ottimi risultati in termini di numeri di accessi, si rivolge ai ragazzi di età compresa tra i 15 e i 23 anni e offre uno spazio integrato di ascolto, dialogo e riflessione sui loro vissuti familiari, emotivi, scolastici e relazionali.

I numeri

Nel 2022 i fruitori complessivi sono stati 97 (28 maschi e 69 femmine) e 5 gli psicologi coinvolti. L'età media è stata di 19 anni. Il dato più rilevante è il numero totale di colloqui avvenuti: ben 712, ciò segnala come il servizio sia stato compreso nella sua valenza di risposta a bisogni connessi con la gestione dei propri vissuti emotivi. Quest'anno il servizio è stato affidato, attraverso una gara pubblica, all'Impresa Sociale Fraternità Creativa e nelle sue linee essenziali si colloca in continuità con quello attivato nel 2022. Il referente del progetto è il dottor Stefano Chiari.

Quando e come usufruirne

Il servizio di ascolto è gratuito e sarà attivo negli spazi dell’Assessorato alle Politiche Giovanili di via Marchetti 3. Gli psicologi riceveranno dal lunedì a venerdì, dalle 13 alle 18 e, previo appuntamento, anche la mattina dalle 9 alle 12. Per informazioni e appuntamenti è possibile scrivere all’indirizzo mail lucia.mazzetti@fraternita.coop oppure inviare un messaggio WhatsApp al numero 345 6567137. Sono previsti un minimo di 10 incontri di ascolto con ogni fruitore del servizio. Se i bisogni e le necessità individuali lo richiedono, sarà potenziato il numero degli incontri. L’impresa sociale Fraternità Creativa, garantisce la riservatezza dei dati acquisiti.

 

Il servizio

Il servizio si colloca in una dimensione di approccio multidisciplinare e vuole accogliere i diversi bisogni di cui i giovani sono portatori.

In modo particolare bisogni che sottendono:

·      ai loro vissuti personali rispetto ai processi di crescita, maturità e cambiamento;

·      alle dinamiche dei rapporti relazionali siano esse famigliari o di altra natura;

·      al sostegno alla fruizione delle nuove tecnologie comunicative e digitali;

 

In linea generale, gli obiettivi perseguibili vanno nella direzione di:

·      offrire uno spazio di ascolto/orientamento neutro e non giudicante attraverso il quale favorire l’espressione di dubbi, difficoltà, incertezze, emozioni che in qualche modo possano influenzare il vissuto del giovane;

·      favorire lo sviluppo di una relazione d’aiuto;

·      costruire insieme opportunità di riflessione;

·      incrementare ed incentivare l’autostima e il senso di auto-efficacia;

·      individuare, promuovere ed incrementare le abilità e risorse personali;

 

L’accesso allo spazio integrato di ascolto sarà attivo su due livelli consequenziali e complementari:

Primo livello: accoglienza, analisi del bisogno e messa in contatto con il professionista competente

L’operatore incaricato:

1.     riceverà i fruitori (sia inviati da servizi, sia su richiesta spontanea) su appuntamento,

2.     pianificherà un primo incontro direttamente con il giovane interessato per un’analisi filtro del bisogno di ascolto e per la compilazione della documentazione necessaria in funzione del proseguo del rapporto (se necessario saranno convocati anche i genitori per il doppio consenso). In alternativa la stessa documentazione potrà essere anticipatamente inviata;

3.     creerà un contatto diretto con il professionista competente in relazione al bisogno espresso, e/o con enti competenti territoriali.

 

Secondo livello: gestione dei colloqui individuali con il giovane fruitore

Previa analisi del bisogno di ascolto (primo livello), il professionista incaricato condurrà gli incontri di ascolto valutando la situazione con maggiori elementi di profondità e definendo un piano di accompagnamento sostenibile e funzionale. I colloqui offriranno uno spazio di riflessione, ascolto, supporto volto all’emersione/rielaborazione delle fatiche esposte.

Seguici sui nostri canali
Necrologie