Attualità
sviluppo turistico lago d'iseo

Sassabanek è in cerca di un nuovo partner per rilanciare il complesso turistico

Si è chiusa la fase di consultazione di mercato, entro dicembre si conta di raccogliere le proposte.

Sassabanek è in cerca di un nuovo partner per rilanciare il complesso turistico
Attualità Sebino e Franciacorta, 30 Settembre 2021 ore 15:47

La società Sviluppo turistico Lago d’Iseo punta a rifarsi il look per potenziare e rilanciare gli asset strategici che caratterizzano camping e lido (natura, sport, turismo attivo ed enogastronomia) avviando un project financing per ricercare un nuovo partner turistico.

Sassabanek è in cerca di un nuovo partner per rilanciare il complesso turistico

La stagione 2021 sta volgendo al termine e il campeggio di Sassabanek chiuderà le porte a fine ottobre. Come spiegato dall’amministratore unico Gabriele Maria Brenca, l’estate si sta chiudendo in positivo con 45mila presenze acclarate a fine settembre. "Contiamo di arrivare alle 47mila del 2018 - ha spiegato Brenca - Gli italiani sono accorsi in massa, ma abbiamo visto anche un grande ritorno degli olandesi e dei tedeschi".

Nei giorni scorsi si è conclusa la fase di consultazione di mercato per la ricerca di operatori potenzialmente interessati alla presentazione di un project financing a iniziativa privata per l’affidamento della concessione per la riqualificazione e gestione del complesso turistico.

"La finalità era effettuare una preliminare verifica di interesse da parte di operatori italiani o internazionali alla gestione in concessione pluriennale del complesso - ha proseguito - Abbiamo ricevuto diverse linee guida, feedback interessanti e richieste di sopralluogo. Le potenzialità di Sassabanek sono grandi e gli operatori ci hanno riferito quelle che potrebbero essere le prospettive di sviluppo e rilancio che, con investimenti importanti, potrebbero far fare il salto al complesso turistico. Quest’anno a fare “gola” sono state soprattutto le case mobili, in totale quindici, che hanno permesso di allungare la stagione fino a fine ottobre".

Nell’ambito della consultazione di mercato sono state fornite informazioni puntuali sul contesto e sulle opportunità da sviluppare. L’obiettivo, infatti, è di rafforzare gli asset e arricchire l’offerta turistica di Sassabanek attraverso interventi di ristrutturazione, riqualificazione, ampliamento degli immobili e delle aree destinate a uso ricettivo o di pubblico esercizio e delle strutture e infrastrutture complementari direttamente connesse al centro, come piscine, campi da tennis, area a verde, parcheggi, ricovero biciclette, zona fitness, centri benessere, dehors e vetrine. Gli interventi inoltre avranno l’obiettivo di innovare il centro attraverso l’utilizzo di tecnologie evolute, di renderlo sostenibile dal punto di vista ambientale e di rispondere alle esigenze di un’utenza attenta all’enogastronomia, allo sport e al turismo attivo.

Il progetto per lo sviluppo termale non è stato del tutto accantonato: la concessione per la realizzazione del pozzo esplorativo scade alla fine di dicembre 2022 e, nel caso ci fossero partner interessati a sondare la presenza di acqua calda o termale, la porta resta aperta anche in questa direzione.

"La conclusione di questa prima fase ha visto la partecipazione di cinque operatori (locali, nazionali e internazionali) a dimostrazione dell’interesse e del potenziale che il centro turistico Sassabanek ha non solo a livello locale e italiano, ma anche a livello internazionale - ha concluso Brenca - Durante gli incontri sono emersi utili spunti che confermano l’impostazione strategica della società: la gran parte degli operatori ha infatti confermato interesse a gestire in concessione l’intero complesso e di prevedere una significativa durata della concessione (tra i 20 ed i 25 anni) al fine di rendere economicamente e finanziariamente sostenibile l’operazione. Procederemo entro un paio di settimane a pubblicare uno specifico “avviso esplorativo” che conterrà ulteriori informazioni di dettaglio e linee guida utili per la predisposizione delle loro proposte attraverso project financing".

L’obiettivo è ricevere le proposte al più tardi entro dicembre, cosi da poter rapidamente individuare il soggetto promotore attraverso la dichiarazione di pubblica utilità, bandire la conseguente gara pubblica e quindi garantire l’attivazione della concessione nel corso del 2022.

La visita dell'assessore regionale Lara Magoni

"Lido e campeggio hanno un’organizzazione incredibile - ha dichiarato l’assessore regionale al Turismo, Lara Magoni, che mercoledì pomeriggio ha visitato il complesso di Sassabanek durante un incontro interlocutorio con l’amministratore unico, il direttore Fabio Volpi, il sindaco Marco Ghitti e il consigliere delegato al Turismo, Simone Archetti - Come Regione Lombardia possiamo dirci soddisfatti della stagione perché sta tornando il turismo internazionale. Giugno è stato un mese difficile, luglio è stato zoppicante, mentre ad agosto nel bresciano si è registrato un +2% rispetto ai dati del 2019. Ma il dato significativo è proprio quello legato al ritorno dei turisti internazionali. Gli stranieri che hanno frequentato il lago d’Iseo e il Garda hanno potuto recarsi in Italia con mezzi propri, mentre altri laghi, vedasi il Como, ad esempio, sono stati penalizzati dal mancato flusso aereoportuale dagli Stati Uniti e transoceanico".

Necrologie