Attualità
Brescia

Ricostruzione del distretto commerciale cittadino, comunicazione degli esiti del secondo bando Duc

L'assessore Mucchetti: “Sono soddisfatto dell’esito del bando che nella prima occasione era andato pressoché deserto."

Ricostruzione del distretto commerciale cittadino, comunicazione degli esiti del secondo bando Duc
Attualità Brescia, 02 Maggio 2022 ore 16:25

Sono 92 le domande presentate per il secondo bando Duc Brescia, chiuso a fine marzo 2022, per il riconoscimento di contributi (a fondo perduto) a favore delle medie, piccole e micro imprese del commercio, della ristorazione, del terziario e dell’artigianato.

Quelle ammesse e finanziabili

Tra queste 36 sono risultate ammissibili e finanziabili, 33 ammesse con riserva per la necessità di presentare documentazione integrativa e 14 non ammissibili perché riferite esclusivamente a spese di parte corrente. 9 domande, infine, sono state presentate in forma doppia e gestite come richiesta singola. Le imprese ammesse al contributo (con o senza riserva) sono state 25 del settore commercio, 34 della ristorazione, 5 dell’artigianato e 5 del settore servizi. Le risorse stanziate sono state 153.300 euro, in spesa conto capitale per costi di investimento, e sono stati riconosciuti contributi per un valore di 137.798 euro.

Come verranno utilizzate

I contributi verranno erogati a fondo perduto, su un mix di spesa in conto capitale e parte corrente, per coprire il 50% della spesa in conto capitale sostenuta al netto di Iva con riferimento alle spese per interventi di edilizia privata (ristrutturazione, ammodernamento dei locali, lavori su facciate ed esterni), installazione o ammodernamento di impianti, arredi e strutture temporanee, macchinari, attrezzature ed apparecchi (comprese le spese di installazione strettamente collegate), veicoli da destinare alla consegna a domicilio o all’erogazione di servizi comuni (esclusivamente motoveicoli elettrici e velocipedi) e per la realizzazione, l’acquisto o l’acquisizione tramite licenza pluriennale di software, piattaforme informatiche, applicazioni per smartphone, siti web. A queste si aggiungono le spese per studi e analisi, materiali per la protezione dei lavoratori e dei consumatori e per la pulizia e sanificazione dei locali e delle merci, canoni annuali per l’utilizzo di software, piattaforme informatiche, applicazioni per smartphone, siti web, spese per l’acquisizione di servizi di vendita online e consegna a domicilio, per la pulizia e la sanificazione dei locali e delle merci, per eventi e animazione, spese di promozione, comunicazione e informazione ad imprese e consumatori, formazione in tema di sicurezza e protezione di lavoratori e consumatori, comunicazione e marketing, tecnologie digitali e spese per l’affitto dei locali per l’esercizio dell’attività. Sono escluse le attività consentite dal D.P.C.M. dell’11 marzo 2020, 22 marzo 2020 e Decreto Ministeriale 25 marzo 2020, le imprese che hanno esercitato in deroga ai sensi del D.P.C.M. 22 marzo 2020 e 10 aprile 2020, ad eccezione di quelle autorizzate in deroga che abbiano deciso di introdurre il lavoro agile per tutti i dipendenti (assolvendo gli obblighi previsti dall’art. 4 del D.P.C.M. 1 marzo 2020).

 

Progetti di sostegno del Duc Brescia

 

A seguito dell’approvazione da parte della Giunta comunale (deliberazione 453 del 23 settembre 2020) del piano strategico Città nuova. Brescia dinamica è stato avviato il progetto di ricostruzione e consolidamento del DUC Brescia, il distretto commerciale cittadino che si inserisce nel cuore del centro storico ed è costituito dall’insieme delle imprese locali del commercio, dell’artigianato e della ristorazione che operano al suo interno. Il piano strategico su indicato è suddiviso in due diverse sezioni dedicate al sostengo e al rilancio del Duc Brescia: progetti per la ricostruzione e il consolidamento del Duc Brescia; progetti per il rilancio e la crescita della competitività futura del Duc Brescia. Nella prima sezione progettuale sono inseriti i bandi per il riconoscimento di contributi a fondo perduto destinati alle imprese del distretto. Dal 2020 ad oggi sono stati promulgati 5 bandi a favore delle medie, piccole e micro imprese collocate all’interno del perimetro del DUC Brescia per un investimento totale a disposizione del settore di 616mila euro.

“Sono soddisfatto dell’esito del bando che nella prima occasione era andato pressoché deserto - ha detto l’Assessore al commercio Valter Muchetti - Un gesto concreto a sostegno degli imprenditori, il segno di un riavviato interessamento di chi ha deciso di investire nella propria attività e all’interno del D.U.C. e di una città dinamica e imprenditorialmente fertile”.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie