Attualità
Chiari

Riconoscimenti civici e scambi tra Comune e Parrocchia in occasione di San Faustino e Giovita

Premiati dall'Amministrazione del sindaco Massimo Vizzardi tutti i volontari che prestano servizio all'Hub vaccinale, Elia Facchetti e l'associazione Le Librellule.

Riconoscimenti civici e scambi tra Comune e Parrocchia in occasione di San Faustino e Giovita
Attualità Bassa, 15 Febbraio 2022 ore 12:24

Tre riconoscimenti civici ai cittadini e alle realtà che hanno saputo rappresentare al meglio la Città di Chiari con il loro operato a favore del prossimo. Questa mattina, l'Amministrazione del sindaco Massimo Vizzardi e la Parrocchia si sono riunite per celebrare la ricorrenza dei patroni, San Faustino e Giovita.

Riconoscimenti civici

47 foto Sfoglia la gallery

Si è tenuta stamattina, martedì 15 febbraio,  la tradizionale cerimonia di conferimento dei riconoscimenti civici, altissimo momento istituzionale che dal 2006 ha luogo nel giorno dei Santi Patroni della Città, Faustino e Giovita.

Alla cerimonia, che si è tenuta in Sala Repossi in forma ristretta per il perdurare dell'emergenza sanitaria, erano presenti il sindaco Massimo Vizzardi, il presidente del Consiglio Laura Capitanio e i consiglieri comunali che compongono la commissione per il conferimento dei riconoscimenti civici. I benemeriti di quest'anno sono stati Elia Facchetti, l’Associazione Le Librellule e i volontari dell’HUB vaccinale clarense.

Elia Facchetti: noto alla cittadinanza in qualità di attuale presidente dell’associazione Il Faro 50.0, è stato anche Presidente del Consiglio comunale per due mandati; membro del Consiglio di Amministrazione dell’Opera Pia Bettolini, della Fondazione Bertinotti Formenti e del Rustico Belfiore; nonché Ministro straordinario dell’Eucarestia, membro del Consiglio parrocchiale e della redazione dell’Angelo; e anche collaboratore di Radio Claronda.

Il riconoscimento è stato conferito per il suo essere esempio di cittadinanza attiva, la cui attitudine a tessere relazioni positive si è fatta molteplice occasione di servizio alla città e alla comunità clarense. Presenza che con garbo e dedizione che contribuisce a prendersi cura della nostra Chiari come casa accogliente.

L'associazione Le Librellule è dal 2002 un punto di riferimento per i grandi e i piccoli amanti dei libri. L'associazione, è impegnata in azioni di promozione alla lettura tra le quali l'Ora del Racconto alla Biblioteca comunale e il servizio al reparto di Pediatria della nostra struttura ospedaliera, dove si occupa anche della gestione di uno spazio biblioteca come primo presidio di cura. Dal 13 marzo agli inizi di maggio 2020 le loro Storie alla Finestra hanno tenuto compagnia ogni sera a piccoli e grandi , perché leggere è sognare. In sala era presente il presidente Luciano Cinquini con il suo direttivo.

Il riconoscimento alle Librellule è stato conferito con la motivazione che l'amore per i libri diventa l'occasione per promuovere la lettura come piacere da condividere. Passione che sa farsi azione di cura nella coccola della lettura della sera, nel mentre dell'imperversare della pandemia. Manifestazione di una resilienza creativa, valsa al merito del titolo per la Città di Chiari di Prima Capitale Italiana del Libro.

Infine, impossibile non conferire il massimo riconoscimento civico cittadino ai tanti volontari dell’HUB vaccinale di Chiari, attivo ormai da un oltre un anno all'impianto sportivo di via SS. Trinità (febbraio 2021), al quale si è aggiunto negli ultimi mesi anche il centro dedicato alle vaccinazioni pediatriche. Generosi e operosi, con grandissimo spirito di servizio alla comunità, sono stati testimoni di una grande stagione, tuttora in corso, di partecipazione civica. Più di 800 volontari, facenti capo ad una quarantina di associazioni del territorio, nei confronti dei quali la Città prova un forte sentimento di riconoscenza. Erano presenti anche numerosi rappresentanti delle associazioni del territorio e dei paesi limitrofi.

Hanno ritirato il riconoscimento:

Alfredo Facchetti per gli Alpini di Chiari

Adolfo Scalvini per gli Alpini di Castelcovati

Francesco Pini per gli Alpini di Castrezzato

Luigi Bosio per gli Alpini di Coccaglio

Luciano Bassi per gli Alpini di Cologne

Giuseppe Valetti per gli Alpini di Coniolo (sarà poi consegnato)

Renato Cappelletti e Piermario Taglietti per gli Alpini di Covo

Giuliano Be per gli Alpini di Erbusco

Giancarlo Chiesa per gli Alpini di Ospitaletto

Pierluigi Pasinelli per gli Alpini di Pontoglio

Simone Alborghetti per gli Alpini di Rovato

Mario Capoferri per gli Alpini di Rudiano

Valerio Ponzoni per gli Alpini di Torbiato

Mario Gozzini per gli Alpini di Urago (sarà consegnato)

Giuseppe Parisio per gli Alpini di Villa Pedergnano

Italo Cavalleri per gli Alpini di Zocco Spina di Erbusco

Giovanni Sala coordinatore della Protezione Civile

Claudio Goffi della Protezione Civile di Chiari

Marco Bonfardini della Protezione Civile del gruppo comunale di Rovato

Rosario Scalvini della Protezione Civile di Comezzano Cizzago (sarà poi consegnato)

Giordano Chiari della Protezione Civile di Cologne

Claudio Abiendi della Protezione Civile di Coccaglio

Mario Pedrali della Protezione Civile di Urago d'Oglio (ritirato anche il premio per i volontari comunali di Urago d'Oglio)

Luigi Lancini della Protezione Civile di Palazzolo sull'Oglio

Fausto Pasinelli della Protezione Civile di Pontoglio

Fabio Brocchetti della Protezione Civile dei paracadutisti di Castelcovati

Renato Mingotti della Protezione Civile di Erbusco

Roberto Alghisi della Protezione Civile di Capriolo

Francesco Pagani della Protezione Civile sommozzatori di Capriolo

Lazzaro Bonizzi della Protezione Civile di Rovato

Angelo Ferrami della Protezione Civile di Pompiano

Milena Moreni dell'associazione volontari di Castrezzato

Adriano Terzi e Raffaella Carminati dell'associazione gentiori Amali Martiri della Libertà

Elia Facchetti per il Faro 50.0 Onlus

Bruno Saleri per i Nuovi amici pensionati anziani di Chiari

Andrea Antonini degli Scout di Chiari

Angelo Serina volontario hub vaccinale di Chiari

Il sindaco Massimo Vizzardi ha pregato tutti i rappresentanti di portare i ringraziamenti a tutti i loro volontari (circa 800 quelli coinvolti in totale) e anche ai primi cittadini dei loro Comuni.

La cerimonia religiosa

Durante la Messa nel Duomo dei Santi Faustino e Giovita, si è tenuto il tradizionale scambio dei doni tra Comune e Parrocchia, a suggellare la collaborazione proficua tra le due anime della Città. In qualità di primo cittadino, Vizzardi ha donato alla Parrocchia il tradizionale mazzo di tremarì (rosse rosse e mimose) accompagnato da una donazione per i lavori di restauro conservativo della Chiesa della Beata Vergine di Caravaggio, al cimitero. Contributo che prosegue l'impegno nella partecipazione al graduale recupero di questo luogo tanto caro alla comunità clarense.

La Parrocchia, invece, al termine dei festeggiamenti del bicentenario della morte del grande prevosto Morcelli, ha regalato un quadro di grande valore.

 

Tutte le fotografie saranno pubblicate sul numero di ChiariWeek del 18 febbraio. Potranno poi essere richieste alla redazione mandando una mail all'indirizzo redazione@inchiarinews.it (sempre a partire da venerdì).

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie