Attualità
DEPURATORE DEL GARDA

Resa dei conti per il depuratore del Garda: oggi la decisione a Roma

La Comunità del Garda ha richiesto la sospensiva e il commissariamento dell'opera, ma la Provincia di Brescia ha replicato duramente

Resa dei conti per il depuratore del Garda: oggi la decisione a Roma
Attualità Garda, 18 Maggio 2021 ore 10:21

Resa dei conti per il depuratore del Garda: oggi la decisione a Roma.

E' il giorno della resa dei conti per il depuratore del Garda. La cabina di regia si riunirà oggi, martedì 18 maggio 2021, a Roma per prendere una decisione definitiva sulla localizzazione del depuratore del Garda.

Nelle ultime ore, lo scontro si sta incendiando. La Comunità del Garda ha richiesto la sospensiva e il commissariamento, in un documento firmato anche da Ats Garda Ambiente e dai sindaci mantovani che ora vedono il depuratore giungere al confine (Esenta di Lonato, a pochi metri da Castiglione delle Stiviere).

Nel documento, si indica come ci sia "faziosità politica" nella localizzazione dell'opera e "paradossi ingegneristici". Tra questi, lo scarico nel Canale Virgilio con inversione della pendenza naturale: una grossa "bufala", che i Comitati hanno smentito subito, in quanto nella proposta di Corda molle, non sono previsti cambi di pendenze.

I Comitati attaccano su diversi punti: «Se si chiede la sospensione, vuol dire che la salute del Garda e la dismissione della sublacuale possono aspettare».

Anche la Provincia di Brescia, ha risposto subito a tono al documento della Comunità del Garda: secondo Sarnico e Alghisi, l'iter politico è stato condiviso e promosso sul territorio, come da linee d'indirizzo precedentemente approvate e non c'è nulla di "fazioso" o "di parte" nella scelta di Lonato del Garda.

Tra poche ore, verrà resa nota la scelta da parte della Cabina di Regia, che romperà la trepidante attesa degli ultimi messi.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie