Attualità
Lavoro e salute

Programma Whp, nel 2021 quasi un centinaio le aziende aderenti

Il programma è coordinato da ATS Brescia e Confindustria Brescia.

Programma Whp, nel 2021 quasi un centinaio le aziende aderenti
Attualità Brescia, 22 Dicembre 2021 ore 15:09

È proseguito anche nel 2021 il programma WHP, “La rete delle aziende che promuovono salute”, coordinato da ATS Brescia e Confindustria Brescia, che vede l’adesione di 93 aziende ubicate sul territorio.

I lavoratori protagonisti

La promozione della salute sul luogo di lavoro offre un approccio efficace, che combina i miglioramenti nell'organizzazione e nell'ambiente di lavoro con la partecipazione attiva da parte dei lavoratori. Il programma WHP agisce su fattori non tradizionalmente associati al rischio lavorativo, ma la dimensione sistemica del setting ne raccomanda l’implementazione nella prospettiva di un approccio orientato a un modello che integra la protezione dai rischi per la sicurezza e la salute legati al lavoro con la promozione del benessere dei lavoratori.

Dalla parte della salute

Le aziende che partecipano al programma promuovono cambiamenti organizzativi nei loro contesti al fine di favorire l’adozione consapevole e la diffusione di stili di vita salutari tra i dipendenti, concorrendo alla prevenzione delle malattie croniche, che, nel territorio bresciano, colpiscono più del 38% della popolazione. Infatti, per quanto diffuse, le malattie croniche sono in larga misura prevenibili in quanto hanno tra le loro cause fattori di rischio individuali modificabili, quali il fumo, un’alimentazione non equilibrata, l’abuso di alcol, la mancanza di attività fisica, sui quali le aziende vanno a lavorare attraverso azioni diversificate. Nonostante la pandemia le aziende hanno continuato nell’implementazione delle azioni previste dal programma, offrendo corsi di yoga, pilates, attivando gruppi di cammino, percorsi di disassuefazione dal fumo in azienda, offrendo in mensa e nei distributori automatici alimenti salutari, mettendo a disposizione dei dipendenti la frutta gratuitamente nelle aree di refezione, definendo politiche aziendali di contrasto ai comportamenti additivi.

Dipendenti sempre più coinvolti

Le condizioni poste dalla situazione emergenziale hanno spinto inoltre le aziende a trovare nuove modalità di coinvolgimento dei dipendenti: attraverso le piattaforme on line sono stati realizzati ad esempio dei corsi di attività motoria; divulgati video per prevenire malattie muscolo scheletriche da postura per i dipendenti in smart working, sono stati anche attivati concorsi sul tema della corretta alimentazione. Nel 2021, nella direzione di dare sempre più valore alla rete, i referenti delle aziende aderenti hanno partecipato a un percorso formativo finalizzato a rafforzare il loro ruolo all’interno dei loro contesti lavorativi e a condividere le iniziative più significative che le aziende hanno attivato in questi anni e che si sono dimostrate particolarmente significative per il raggiungimento dell’obiettivo e coinvolgenti per i lavoratori.

Necrologie