Attualità

Prevenzione dell’osteoporosi, la MOC è un esame fondamentale

Un esame rapido, non invasivo e assolutamente indolore, in grado di valutare la salute delle ossa

Prevenzione dell’osteoporosi, la MOC è un esame fondamentale
Attualità 23 Gennaio 2023 ore 04:00

Prevenzione dell’osteoporosi, la MOC è un esame fondamentale. Stiamo parlando di una malattia cronica di rilevanza sociale, caratterizzata da una bassa densità minerale e dal deterioramento della micro-architettura del tessuto osseo, con conseguente aumento della fragilità ossea. In sostanza l’osteoporosi è una condizione fisica in cui la struttura ossea diventa talmente fragile da rompersi e le fratture più frequenti sono quelle dell’anca, del femore, della colonna vertebrale e del polso. In Italia si stima che siano affetti da questa patologia 1 donna su 3 oltre i 50 anni (circa 5 milioni di persone) e 1 maschio su 8 oltre i 60 anni (circa 1 milione di persone). E ancora oggi meno del 50% dei pazienti ad alto rischio di fratture è trattato con farmaci anti-osteoporotici, con conseguenze sociali significative in relazione alle complicanze e agli esiti degli eventi fratturativi.

Prevenzione dell’osteoporosi, la MOC è un esame fondamentale

Qui entra in gioco la “MOC - Densitometria Ossea”, un esame che valuta la salute delle ossa nei distretti a maggior rischio di frattura e supporta il medico nella diagnosi dell’osteoporosi, nella valutazione del rischio di frattura e nel monitoraggio della risposta alle terapie eventualmente impostate. È rivolta ai soggetti più a rischio di sviluppare un’osteoporosi, ossia donne con alterazioni ormonali in grado di provocare un’accelerata perdita di calcio (per esempio menopausa, irregolarità mestruali, amenorree, anoressia, alterazioni tiroidee e paratiroidee), così come uomini con ridotto assorbimento e rallentato metabolismo del calcio e della vitamina D.

Un esame che ha una funzione predittiva

La MOC (acronimo di Mineralometria Ossea Computerizzata) non soltanto è indicata dal punto di vista diagnostico per la definizione dell’osteoporosi conclamata, ma ha anche una funzione preventiva. Questo è possibile perché la bassa densità minerale nelle ossa che precede la malattia è un indice predittivo utile all'instaurazione di terapie e alla variazione dell'alimentazione e dello stile di vita. Nei centri Affidea disseminati per la Lombardia l’apparecchiatura utilizzata per la “MOC - Densitometria Ossea” utilizza la metodica DEXA (Dual Energy X-Ray Absorptiometry), che secondo l'OMS è la tecnica in uso più precisa ed affidabile per la valutazione della densità ossea, con insignificanti dosi di radiazioni per il paziente.

Rapido e indolore

Va sottolineato che la MOC non richiede alcuna preparazione specifica e ha una durata di pochi minuti: il paziente viene fatto sdraiare su un lettino dove lo strumento di emissione dei raggi X, situato sotto il materassino, è accoppiato a un braccio mobile che contiene il rilevatore dei raggi e che scorre lungo il corpo. Un esame assolutamente non invasivo, indolore e molto veloce. Per maggiori informazioni sui centri Affidea è possibile consultare il sito Affidea.it.

Seguici sui nostri canali
Necrologie