Menu
Cerca
LAGO DI GARDA

Più sicurezza sul Garda con la nuova imbarcazione antincendio dei Vigili del Fuoco

E' l'unico mezzo di soccorso lacustre presente sul Garda dotato di impianto antincendio, pronto ad intervenire nelle situazioni di emergenza e soccorso.

Attualità Garda, 03 Giugno 2021 ore 08:10

Più sicurezza sul Garda con la nuova imbarcazione antincendio dei Vigili del Fuoco. Si chiama Victor 2 ed è la nuova imbarcazione del distaccamento dei Vigili del Fuoco di Bardolino, che agirà anche sul Garda bresciano.

Più sicurezza sul Garda

E' stata varata al porto di Bardolino, Victor 2, la nuova imbarcazione del distaccamento dei Vigili del Fuoco di Bardolino. Si tratta di una imbarcazione antincendio della lunghezza di 14 metri. Grazie al suo impianto per fronteggiare gli incendi, permette di garantire più sicurezza nel Lago di Garda.

Specifiche della barca

La barca è di 14 metri, ha due motori, può raggiungere i 27 nodi e può trasportare fino a cinque soccorritori. E' l'unico mezzo di soccorso lacustre presente sul Garda dotato di impianto antincendio, pronto ad intervenire nelle situazioni di emergenza e soccorso.

Il natante, del valore di 700mila euro, è stato acquistato anche grazie al contributo economico assicurato dai Comuni rivieraschi del Veronese, sensibili a condividere con Dipartimento, Direzione Interregionale, Comando e Prefettura scaligera la scelta di garantire maggiore sicurezza alle numerose imbarcazioni che solcano il Garda.

Iter iniziato nel 2018

Ultimata la fase di addestramento è operativa da domani, 3 giugno 2021.  L’iter per l’acquisto è iniziato nell’anno 2018 con la sottoscrizione della convenzione con i comuni rivieraschi della costa Veronese che hanno contribuito economicamente per un importo pari al 40% della spesa finale.

L’imbarcazione in questione, unica attualmente presente sul lago di Garda, è dotata di un potente impianto antincendio e consente di fronteggiare i vari scenari di soccorso quali:

  • estinzione incendi all’interno dei porti ed a bordo di unità navali e galleggianti (SAP);
  • concorso alla attività di ricerca e soccorso della vita umana in ambito lacustre (SAR);
  • soccorso subacqueo e di superficie effettuato con l’utilizzo di personale dei nuclei specialistici dei Sommozzatori e del personale Soccorritore Acquatico del CNVVF
  • soccorso tecnico urgente ad imbarcazioni in avaria (aspirazione acqua imbarcata a natanti in pericolo di affondamento, recupero relitti, rimorchio natanti al bando, ecc).

Presenta delle dotazioni strumentali all’avanguardia, che completano la strumentazione necessaria ad una navigazione in sicurezza, quali:

  • Sistema per la ricerca notturna di naufraghi costituito da un gruppo Termocamera /visore notturno in grado di rilevare una persona in acqua a 450 mt. di distanza.
  • gruppo faro di profondità da ricerca idoneo per poter illuminare target distanti anche 1.000 mt.

Il tutto abbinato a spazi ampi che consentono al personale di operare agevolmente anche in caso di supporto al nucleo sommozzatori, spesso interessato per le ricerche, nonché di poter ospitare e ricoverare a bordo fino ad 11 naufraghi oltre alle 3 unità di personale costituente l’equipaggio.

La propulsione è assicurata da 2 motori entrobordo della potenza di 570 CV ciascuno che consentono un velocità massima di 27 nodi ed una velocità di crociera di 22 nodi.

Completa le dotazioni una robusta gruetta amovibile, in fibra di carbonio, posta a poppa ed una serie di gavoni idonei ad ospitare le attrezzature necessarie all’espletamento dell’attività di soccorso.

Necrologie