Attualità
Brescia

Palazzo Martinengo delle Palle, proseguono i lavori di recupero

Ad essere interessata, in particolare, la Sala del camino con opere di completamento, consolidamento, risanamento e restauro conservativo del tetto, e la riqualificazione dei locali a piano terra (angolo nord-est) e di una porzione del tetto (lato sud-ovest) in fase di realizzazione.

Palazzo Martinengo delle Palle, proseguono i lavori di recupero
Attualità Brescia, 25 Ottobre 2022 ore 14:24

Non si fermano i lavori di recupero conservativo e funzionale di palazzo Martinengo delle Palle (ex Corte d'Appello) di via San Martino della Battaglia 18 a Brescia.

La Sala del camino

Ad essere interessata, in particolare, è stata la “Sala del camino”, interessata da opere di completamento, consolidamento, risanamento e restauro conservativo del tetto, e la riqualificazione dei locali a piano terra (angolo nord-est) e di una porzione del tetto (lato sud-ovest) in fase di realizzazione.

Nello specifico

Consolidamento, risanamento e restauro conservativo del tetto della “Sala del camino”. I lavori, iniziati a settembre 2021 e terminati a fine maggio 2022, sono costati 360mila euro e hanno riguardato il rinforzo e la messa in sicurezza del soffitto del salone, del tetto, del cornicione esterno e del ballatoio della sala. Gli interventi strutturali realizzati garantiscono il massimo grado di reversibilità e la minima invasività. Nello specifico il rinforzo del soffitto del salone ha interessato gli appoggi dei travetti lignei di sostegno e le travi principali. Il tetto è stato rinsaldato ed è stata realizzata una struttura autoportante di rinforzo formata da pannelli di legno multistrato di circa 12 centimetri, con successivo ripristino del manto impermeabile con i coppi esistenti recuperati. Questa struttura, detta copertura scatolare, consente di formare un primo intervento in loco che potrà inserirsi in un prossimo progetto per il miglioramento sismico dell’intero edificio. Infine l’intervento ha riguardato il cornicione del ballatoio che è stato rinforzato con tiranti inclinati.

Completamento della Sala del camino

L’intervento, totalmente finanziato con il Pnrr “Bando Rigenerazione Urbana 2021” e non ancora realizzato, dovrebbe durare circa tre mesi e costerà 290mila euro, di cui oltre 90mila dedicati al restauro conservativo del soffitto decorato. La Sala del camino è posta al primo piano dell’ala nord di palazzo Martinengo e ha una superficie di circa 20 metri per 13. Attualmente, al piano del camminamento superiore, sono presenti undici finestre (tre delle quali murate) in legno con vetro singolo, visibilmente deteriorate. L’illuminazione della sala è garantita da tre lampade sospese, ancorate al soffitto, e da una serie di neon tubolari posti al di sotto della cornice del ballatoio. L’impianto elettrico, costituito da canaline esterne che corrono a metà delle murature, alimenta anche il sistema di illuminazione d’emergenza e i ventilconvettori che riscaldano la sala.

Per consentire in tutta sicurezza il restauro e il consolidamento conservativo del plafone, danneggiato dal terremoto del 2004, è stata installata una linea vita provvisoria al di sopra della struttura tubolare metallica sormontata da un piano in acciaio (posizionata per gli interventi) dalla quale è possibile effettuare tutte le lavorazioni. I lavori, nello specifico, riguarderanno il consolidamento/ rinforzo dei semi archi decorativi del soffitto e degli architravi delle finestre e della porta finestra, il restauro del soffitto e la completa sostituzione degli infissi. Verranno inoltre rifatti gli impianti elettrici e di illuminazione, con sostituzione dei ventilconvettori da parte di A2a Calore&Servizi.

Riqualificazione degli spazi a piano terra (angolo nord-est) e di parte del soffitto (lato sud-ovest) per nuovo utilizzo delle sale

 

L’intervento, totalmente finanziato con il Pnrr “Bando Rigenerazione Urbana 2021” e non ancora iniziato, avrà una durata di circa quattro mesi e un costo di 250mila euro. I lavori garantiranno la conservazione e la riqualificazione dei locali a piano terra (ex sede della Corte d’Appello), ammodernando gli impianti e rinnovando gli ambienti destinati ad accogliere il pubblico. Si procederà poi all’adeguamento della porzione di sottotetto posta a sud-ovest del palazzo, con la manutenzione ordinaria della copertura in coppi, la pulizia e il rifacimento delle scossaline e il restauro del tetto.

Seguici sui nostri canali
Necrologie