Attualità
oltre oceano

Nuovi fucili e più letali al centro del nuovo accordo Beretta e Usa

A caratterizzare le nuovi armi sarebbe la "maggiore letalità".

Nuovi fucili e più letali al centro del nuovo accordo Beretta e Usa
Attualità Valli, 21 Gennaio 2022 ore 17:36

La fabbrica d'armi Beretta (con sede storica a Gardone Valtrompia) sigla un nuovo accordo con gli Stati Uniti.

La più importante forza militare al mondo

Dopo aver stretto un accordo con l'esercito finlandese per la fornitura d'armi, arriva l'accordo siglato tra Beretta Usa e la società True Velocity finalizzata alla produzione e fornitura di armi e munizioni. Il tutto nell'ambito del progetto denominato Next Generation Squad Weapon dell'esercito americano.  L'appalto dal consistente peso, economicamente parlando, prevede la sostituzione delle cartucce 5.56x45mm (in forza anche alla Nato), del fucile d'assalto M4 e della mitragliatrice leggera M49.

Armi di ultima generazione

Da questo punto di vista l'affare Beretta vedrà coinvolti in prima linea anche la Bdt (Beretta Defense Technologies). Quest'ultima risulta essere specializzata, in particolare, nella realizzazione di armi e componenti per i corpi dello Stato, esercito e forze dell'ordine. Quello che l'azienda bresciana va ad offrire oltreoceano sono armi e munizioni di ultima generazione.

"Maggiore letalità"

A caratterizzare queste armi, come ben riportato nelle schede tecniche dedicate, è la "maggiore letalità". Tale caratteristica riguarda, nello specifico, sia le munizioni 6.8 Tvcm che i nuovi fucili Rm-277. Una compagine di mercato davvero importante quella che il marchio bresciano si è ritagliato negli Stati Uniti la quale presenza dello stesso è documentata da ben 35 anni, fattore che ha contribuito a renderlo famoso in tutto il mondo.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie