Attualità
Verso la Pasqua

La Via Crucis vivente è tornata a Capriolo dopo due anni di stop forzato

La suggestiva iniziativa dal 2010 viene organizzata dall’Associazione Culturale San Lorenzo in collaborazione con la Parrocchia.

La Via Crucis vivente è tornata a Capriolo dopo due anni di stop forzato
Attualità Sebino e Franciacorta, 09 Aprile 2022 ore 08:26

Capriolo è tornata ad ospitare la Sacra Rappresentazione vivente della Passione di Cristo dopo due anni di stop legato alla Pandemia.

Un evento sentito dalla popolazione

Particolarmente nutrita la partecipazione alla suggestiva iniziativa che dal 2010 viene organizzata dall’Associazione Culturale San Lorenzo in collaborazione con la Parrocchia, circa trecento persone infatti ne hanno preso parte nella serata di ieri (venerdì 8 aprile). Ad essere coinvolti i luoghi più caratteristici del paese: partenza dalla Chiesa Prepositurale San Giorgio di Capriolo, il corteo è poi proseguito attraverso le strade del borgo medievale, per giungere allo storico Palazzo Lantieri de Paratico. Ad ospitare le ultime scene sono stati i cortili interni e i giardini del Castello, oggi sede del monastero delle Suore Orsoline, che ha aperto le porte eccezionalmente per l’occasione.

Un momento di riflessione

Tra scenografie, costumi e arrangiamenti musicali, gli oltre sessanta figuranti hanno portato in scena i momenti salienti della Passione e Morte di Gesù, accompagnati dalla lettura del Vangelo secondo Luca e da parole di pace del Beato Don Luigi Maria Palazzolo. La via Crucis di Capriolo, riproposta anche quest’anno come momento di valorizzazione del patrimonio religioso e culturale, ha offerto spunti di riflessione sul tema della guerra e della morte e sull’importanza della pace.

8 foto Sfoglia la gallery

 

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie