Attualità
Brescia

Intitolato ufficialmente a Renato Borsoni il nuovo teatro che sorgerà al civico 83 di via Milano

Inaugurazione prevista entro la fine del primo semestre 2023

Intitolato ufficialmente a Renato Borsoni il nuovo teatro che sorgerà al civico 83 di via Milano
Attualità Brescia, 19 Gennaio 2022 ore 17:51

Conferenza stampa oggi pomeriggio in Sala Giunta della Loggia a Brescia con il sindaco Emilio Del Bono, il vice sindaco Laura Castelletti e il direttore del CTB Gian Mario Bandera.

Intitolato a Renato Borsoni il nuovo teatro di via Milano a Brescia

L'Amministrazione Comunale di Brescia ha formalizzato questa mattina in Giunta la titolazione a Renato Borsoni del nuovo teatro che sorgerà al civico 83 di via Milano. Non sarà solo un nuovo spazio culturale ma un intervento di forte valore di riqualificazione e di innovazione. Lo hanno sottolineato oggi in conferenza stampa sindaco e vice sindaco di Brescia, Del Bono e Castelletti. Dopo non poche difficoltà burocratiche i lavori per la costruzione del teatro sono ripresi e la previsione è che si potrà inaugurare verso la fine del primo semestre del 2023 anno in cui Brescia sarà con Bergamo Capitale della Cultura. Il nuovo polo culturale di Via Milano, cuore pulsante del progetto “Oltre la Strada”, compie un ulteriore passo in avanti. Il nuovo teatro prenderà il posto dell'edificio Ideal Clima ormai smantellato. Un atto dovuto, quello della titolazione, che necessitava di una formalizzazione amministrativa che nei mesi del Covid era passata in secondo piano rispetto a ben più pressanti emergenze. Il Teatro Borsoni sarà uno dei punti centrali nell’ottica del sostegno della resilienza di via Milano e la valorizzazione del benessere, della qualità della vita partecipata nel quartiere. Saranno due le sale, una da 400 posti e una da 200.

Per il nuovo Teatro Borsoni il CTB ha vinto un bando del Ministero della Cultura

Riconoscendone il valore, il Ministero della Cultura ha comunicato al Comune e al CTB l'assegnazione dei finanziamenti previsti per il competitivo “Fondo Cultura”. L'avviso, pubblicato lo scorso 20 maggio 2021, era destinato ai soli enti pubblici i cui all’art. 1 della legge 31 dicembre 2009, n. 196 e aveva come obiettivo quello di “sostenere investimenti e altri interventi per la tutela, la conservazione, il restauro, la fruizione, la valorizzazione e la digitalizzazione del patrimonio culturale materiale ed immateriale ai sensi della normativa vigente”. Nell'ambito dell'accordo per l'utilizzo e la gestione del Nuovo Teatro Borsoni, sottoscritto tra Comune di Brescia (proprietario del Teatro) e CTB Centro Teatrale Bresciano (Ente gestore), il CTB ha candidato in qualità di capofila un progetto a valere sul nuovo Teatro Borsoni del valore complessivo poco inferiore a 1,3 milioni di euro, di cui il Ministero garantisce circa 1 milione.

Il teatro di via Milano 83

Il nuovo Teatro Borsoni è parte fondamentale di un ambizioso piano di rigenerazione urbana che il Comune di Brescia sta realizzando su una delle sue periferie più difficili: quella che affaccia sulla via Milano. In questo processo, le attività culturali e in particolare il teatro hanno una rilevanza imprescindibile: l'attivazione e la gestione del nuovo Teatro Borsoni da parte del CTB Centro Teatrale Bresciano garantirà ai molteplici interventi sul quartiere sul lungo periodo gli effetti desiderati in termini di qualità del presidio culturale, di identità, di risanamento dell'area. Il processo di risanamento promosso dal Comune di Brescia intende “restituire alla città il quartiere di Porta Milano”. Situato nei pressi dell'innesto di Via Metastasio sul lato opposto a sud, in corrispondenza dell'Ideal Standard, il Teatro Borsoni in piena attività offrirà in tutto due sale spettacolo, con area ristoro indipendente, uffici, nuovi spazi urbani esterni. In luogo dell'ex spazio mensa spogliatoi, si collocherà un edificio che, arretrato dalla strada rispetto all'attuale corpo di fabbrica, libererà sul lato est una nuova piazza. Architettonicamente, il nuovo teatro si presenta come un parallelepipedo dalla pianta di 21x64 metri, alto 9. Al centro, il corpo è dotato di una torre scenica di 19 metri in grado di offrire alla città una funzione di grande qualità per lo spettacolo dal vivo.

 

Seguici sui nostri canali
Necrologie