Attualità
L'appello della Cisl

Infortuni e incidenti sul lavoro, Brescia al primo posto

Un primato che fa riflettere.

Infortuni e incidenti sul lavoro, Brescia al primo posto
Attualità Brescia, 30 Settembre 2022 ore 16:57

Infortuni e incidenti sul lavoro, ecco i dati.

L'appello della Cisl

L'appello della Cisl nazionale fatto ai politici per la sottovalutazione della situazione degli infortuni e infortuni mortali e la loro continua crescita  trova la sua ampia giustificazione  e motivazione anche  nei dati drammatici delle denunce di infortunio e infortunio mortale che sono usciti oggi da Inail e, fotografano, il periodo gennaio agosto 2022 sul pari periodo 2021 oltre che, al singolo mese di agosto.

Brescia al primo posto

La Lombardia, nel periodo indicato,  ha un incremento del 42,7% delle denunce di infortunio passando da 63.551 del 2021 a 90.690 del 2022.L'aumento è importante sia nei dati delle denunce di infortunio in occasione di lavoro, più 45,6%, sia per quelle in itinere più 25%. Brescia, ancora una volta, si supera nella negatività arrivando al primo posto per la percentuale di aumento in tutta la Lombardia. Gennaio agosto 2021 8.744, gennaio agosto 2022 13.907 per in incremento di 5.163 casi pari al  59,05%.
Dietro Brescia troviamo  Milano con un incremento del 58,7%, Monza e Brianza con 57,9%

"Un primato che deve far riflettere e che, le lavoratrici e lavoratori di Brescia certamente non vogliono - hanno dichiarato dallo Sportello Ambiente Salute e Sicurezza Cisl di Brescia -
Oramai e, purtroppo, siamo nella condizione di sottolineare che manca tutto e, il dito, è puntato verso Regione Lombardia. Organici dei servizi ATS,  tecnici della prevenzione e medici del lavoro sono fortemente diminuiti. Da una dato emerso nel periodo 2010/2020 il segno meno è del 40% per cui, le  azioni di prevenzione e quelle sanzionatorie si riducono fortemente. Mancano percorsi formativi veri e mirati nel modo del lavoro e nelle scuole, una politica  di Regione Lombardia nella gestione delle risorse alcune già stanziate e non spese. Per le denunce con esito mortale in Lombardia il  periodo gennaio agosto 2022 ha superato il suo pari del 2021. Erano 106 nel 2021 sono 107 nel 2022. Nella provincia di Brescia, pur non superando il dato del 2021 la forbice si restringe  come a far presagire un anno 2022 peggiore del 2021. La situazione della provincia di Brescia è sempre nelle cronache quotidiane per i decessi sul lavoro  e gli ultimi accadimenti lo testimoniano. Nei numeri, mai dimenticando che si parla di persone, erano 25 nel periodo gennaio agosto 2021 e sono 24 nel apri periodo 2022."

Seguici sui nostri canali
Necrologie