Attualità
Regione Lombardia

In arrivo 1.200 forme di Grana e Parmigiano per le famiglie in difficoltà

Rolfi: "Da Regione Lombardia è arrivato il finanziamento di 480mila euro.".

In arrivo 1.200 forme di Grana e Parmigiano per le famiglie in difficoltà
Attualità Brescia, 22 Luglio 2022 ore 16:42

Ad annunciarlo è l'assessore regionale all'Agricoltura, Alimentazione e Sistemi Verdi, il bresciano Fabio Rolfi questa mattina (venerdì 22 luglio 2022)  nella sede del Consorzio Latterie Virgilio a Mantova, per presentare il progetto del territorio mantovano nell'ambito del bando #iomangiolombardo, finanziato con 48mila euro da Regione Lombardia.

 

Le sue parole

 

"Grazie alle latterie e ai caseifici mantovani che hanno aderito al bando regionale #iomangiolombardo, 1.200 forme di Grana Padano e Parmigiano Reggiano saranno destinate alle famiglie lombarde in difficoltà. Nello specifico - ha aggiunto Rolfi - si tratta di 575 forme di Grana Padano e 618 di Parmigiano Reggiano. Voglio ringraziare Confcooperative Mantova che ha stimolato la costituzione del partenariato. Oltre a Caritas e Banco Alimentare, che si occuperanno di raccolta e distribuzione delle derrate alimentari. Volevamo valorizzare il lavoro della filiera agroalimentare aiutando anche le persone in difficoltà e offrendo loro cibo di qualità e del territorio. Abbiamo pienamente raggiunto l'obiettivo - ha concluso l'assessore regionale - grazie a una straordinaria collaborazione tra enti. Questa è la Lombardia".

Finalità

Il bando #iomangiolombardo è nato con un duplice scopo: offrire sostegno al sistema produttivo locale delle DOP casearie lombarde e alla popolazione con difficoltà nell'acquisto dei generi alimentari di prima necessità. I caseifici riuniti nel partenariato hanno sede legale e produttiva nella provincia di Mantova, unica realtà territoriale in Italia che vede la presenza delle due zone di produzione tutelate dal marchio DOP (Denominazione di Origine Protetta) di Grana Padano e di Parmigiano Reggiano. Il formaggio, porzionato e confezionato in pezzi da massimo 500 grammi, sarà consegnato dalla Caritas a famiglie in stato di bisogno, mense caritative e comunità di accoglienza. Il Banco Alimentare, invece, lo distribuirà tramite pacchi sostegno famiglie, oltre a distribuirli a mense dei poveri, empori solidali e residenze.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie