Attualità
natale solidale

"Il Viaggio del Cuore" farà tappa nel Bresciano

Dal 5 al 13 novembre toccherà dieci tappe.

"Il Viaggio del Cuore" farà tappa nel Bresciano
Attualità Brescia, 21 Ottobre 2022 ore 15:51

Tappa bresciana per "Il Viaggio del Cuore".

Babbo Natale e la Signora Natale

La partenza è in programma per il 5 novembre da Villa Recalcati a Varese. Babbo Natale e la Signora Natale viaggeranno su un'Ape Piaggio convertita in slitta per raccogliere i doni dei bambini per altri bambini, quelli ricoverati nelle strutture e negli ospedali dove a dicembre i CuoriEroi porteranno gioia e sorrisi.

Babbo Natale e Il Viaggio del Cuore: 10 tappe per portare e raccogliere gioia e sorrisi

Come riportato da PrimaSaronno L'iniziativa, unica nel suo genere, è stata presentata questa mattina (venerdì 21 ottobre) nella Sala Motta della Prefettura, a Villa Recalcati. Un viaggio che dal 5 novembre al 13 novembre toccherà dieci tappe in quattro regioni: Varese, Arona, Biella, Settimo Torinese, Chiavari, Fiorenzuola d'Arda, Brescia, Palazzolo sull'Oglio, Como e, infine, Binago.

Viaggio che vedrà protagonisti Babbo Natale e Mamma Natale, Gerardo Giovi e Marzia Faggio, che lo percorreranno tutto a bordo di un'Ape Piaggio convertita a slitta di Natale (con tanto di Rudolph!). Ad ogni tappa e anche lungo il percorso, la tradizionale consegna dei doni però si ribalterà: non sarà Babbo Natale a consegnare i regali ai bambini ma al contrario saranno loro a farlo. I regali raccolti saranno poi consegnati a dicembre dai volontari dell'associazione CuoriEroi per Bambini Eroi - NIDA Onlus ai piccoli pazienti dei reparti pediatrici.

Il progetto

Un progetto subito sposato dal Prefetto di Varese Salvatore Pasquariello e dal Presidente della Provincia Emanuele Antonelli, che hanno così deciso di ospitare proprio in Prefettura e in Villa Recalcati non solo la conferenza stampa di presentazione ma anche la prima tappa del Viaggio.

"Vogliamo ringraziare il dottor Pasquariello per aver subito sposato quest'iniziativa - ha spiegato Antonino Galici, fondatore e presidente dei CuoriEroi - Il progetto nasce da Gerardo, il nostro Babbo Natale, che ha pensato a questo viaggio itinerante per raccogliere i doni che poi noi coi nostri costumi di supereroi e principesse porteremo nelle visite natalizie negli ospedali".

In particolare nei reparti pediatrici, dove da sempre i CuoriEroi portano sorrisi e gioia ai piccoli e piccolissimi pazienti.

"Come ci dicono i medici, il sorriso è  la migliore medicina  e in questi sei anni abbiamo visto in prima persona quanto sia vero.

Principi e obiettivi che hanno non solo conquistato Varese, dove già i CuoriEroi sono ben conosciuti, ma tutte le città che hanno accettato di ospitare le tappe. "Pur non conoscendoci sono stati tutti subito disponibili - ha sottolineato Galici - Perché hanno capito e compreso l'importanza di quello che facciamo e, soprattutto, quanto ci crediamo".

Porterà festa, raccoglierà doni (e letterine), ma Babbo Natale in questo viaggio porterà soprattutto emozioni.

"Sono quelle che rendono magico il Natale - ha aggiunto dai CuoriEroi Maristella Schiavulli - Emozioni che sono anche necessarie negli ospedali, per chi soffre e lotta contro una malattia e per le famiglie, che nei sorrisi dei loro bambini in momenti così difficili trovano la forza per andare avanti. Invitiamo grandi e piccini ad accogliere Babbo Natale in queste tappe e a portargli un regalo. Penso non possa esserci immagine più bella e momento più educativo: un bambino che dà un dono a Babbo Natale per farlo avere a un altro bambino".

A Varese il 5 novembre ci saranno anche gli alpini della sezione cittadina, che offriranno una merenda a tutti i presenti, e così i colleghi comaschi il 13 all'arrivo a Binago. "Il nostro motto da sempre è 'ricordare i nostri morti aiutando vivi', e quando abbiamo la possibilità di farlo non ci tiriamo mai indietro - ha ricordato il presidente della sezione di Varese Franco Montalto - Sosteniamo questo Viaggio, e sosterremo i CuoriEroi che aiuteremo sempre in occasione del Natale tramite la vendita dei nostri panettoni il cui ricavato come ogni anno andrà a sostegno di diversi progetti e associazioni che operano per gli altri".

Ci sarà poi il sostegno anche dell'agenzia "Il Vero Babbo Natale", che gestisce una folta truppa di sosia di Santa Claus. "I folli cambiano il mondo. Quest'anno abbiamo aperto una scuola per Babbi Natale e lì abbiamo conosciuto Gerardo: quando ci ha proposto quella follia l'abbiamo subito sposata. Ci ha parlato dell'associazione, di cosa fa, e ce ne siamo innamorati. per questo motivo abbiamo deciso di donare un euro per ogni servizio che faremo durante le festività ai CuoriEroi".

Le tappe

Il tour benefico con "Il Più Grande Giocattolaio" partirà come detto il 5 novembre da Varese, Villa Recalcati. Dopo la prima festa e la prima raccolta, il motore dell'Ape-slitta si accenderà e partirà in direzione di Arona (6 novembre). Il 7 novembre toccherà a Biella, l'8 a Settimo Torinese, il 9 a Chiavari e il 10 a Fiorenzuola d'Arda. Venerdì 11 tappa a Brescia, Palazzolo sull'Oglio il 12 e doppio appuntamento il 13 prima a Como e nel pomeriggio a Binago, alla Cascina Parbina. Chi vuole partecipare, è invitato a portare un regalo (nuovo), già impacchettato con l'indicazione se sia più adatto a un bambino o una bambina e a quale età.

Seguici sui nostri canali
Necrologie