Attualità
riconoscimento

Il palazzolese Danilo Cotta è Commendatore della Repubblica

Per anni si è speso in iniziative a beneficio delle persone diversamente abili: l'onorificienza è stata consegnata venerdì

Il palazzolese Danilo Cotta è Commendatore della Repubblica
Attualità Sebino e Franciacorta, 12 Dicembre 2021 ore 12:52

Il palazzolese Danilo Cotta, colonnello dei Carabinieri in pensione, è Commendatore dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana. L'onorificenza è stata consegnata venerdì 10 dicembre 2021, presso l’Auditorium della Camera di Commercio di Brescia, dal prefetto di Brescia Attilio Visconti, alla presenza del presidente Roberto Saccone e della famiglia.

Il palazzolese Danilo Cotta è Commendatore della Repubblica

Il cittadino palazzolese è stato insignito dal presidente della Repubblica, su segnalazione dell’Autorità Giudiziaria bresciana, per le “attività svolte a fini sociali, filantropici ed umanitari”: nei quindici anni trascorsi a capo di un Ufficio del Palazzo di Giustizia, il dirigente si è costantemente speso in favore di svariate associazioni, attive nel settore della disabilità, nonché di famiglie o singoli individui fragili, impegnando le proprie competenze professionali per fornire loro consulenza e supporto, un aiuto concreto necessario per affrontare senza troppi patemi d’animo il complesso mondo giuridico e giudiziario.

Il neo Commendatore, dedicando l’onorificenza alla consorte (l’architetto Chiara Brescianini) e al figlio Marco Aurelio, si è augurato che negli anni a venire la Pubblica Amministrazione senta sempre più come imperativo "il dovere, che poi in realtà è un piacere, di prestare attenzione e dare una mano, generosa e sollecita, alle persone più deboli e svantaggiate". Anche al di fuori dell’ambiente giudiziario Danilo Cotta ha promosso iniziative a beneficio delle persone diversamente abili della comunità. Tra queste le attività di ippoterapia per studenti, finanziate dalla Fondazione Provinciale Bresciana per l’Assistenza Minorile, grazie al decisivo impegno del consigliere Elena Mattinzoli. E ancora l’adattamento e sviluppo di materiali informatici per agevolare la comunicazione da parte di chi è in difficoltà: come, ad esempio, una catechesi, strumento idoneo a permettere il cammino verso i sacramenti dei credenti disabili, ceduto a titolo gratuito all’Università Cattolica, alla Curia di Brescia ed all’Ordinariato Militare d’Italia.

Necrologie