Attualità
Innovazione

Il Metaverso come strumento didattico: LABA inaugura il nuovo laboratorio

Una pionieristica programmazione culturale-tecnologico-digitale che entrerà in funzione da settembre.

Il Metaverso come strumento didattico: LABA inaugura il nuovo laboratorio
Attualità Brescia, 29 Luglio 2022 ore 13:35

Parola d’ordine: innovazione. E' stato inaugurato giovedì 28 luglio nella sede centrale di via Cefalonia, a Brescia, un nuovo laboratorio attrezzato con visori 3d e altri dispositivi hardware e software che permetteranno agli studenti di vivere esperienze virtuali applicate ai vari ambiti disciplinari trattati nei corsi LABA, dal graphic design alla fotografia, dal cinema alla pittura, passando per scenografia e fashion design. Un approccio hi-tech contemporaneo e multimediale che trova la sua dimensione anche in un manifesto formalizzato dai docenti-coordinatori del progetto, con l’obiettivo di fornire un ulteriore corredo umanistico al percorso intrapreso, in totale sintonia con la filosofia di LABA, dove cultura, qualità della formazione e attenzione per le nuove tecnologie costituiscono da sempre le risorse primarie.

Il Metaverso come strumento didattico

“La sfida è investire risorse umane e materiali nella convinzione che la nostra comunità di formazione e di ricerca possa essere di grande aiuto per interpretare il tema dei Metaversi, con la ricchezza multidisciplinare e la sensibilità umanistica che la caratterizzano. Strategie, opportunità e prospettive legate a questo mondo parallelo in cui si fondono video, realtà virtuale, realtà aumentata, social media, e in cui le nuove generazioni sono assolute protagoniste, troveranno dunque per la prima volta in Italia una sinergica applicazione teorica e pratica, aprendo parallelamente nuovi sguardi anche in proiezione Brescia-Bergamo Capitale della cultura 2023”.

Queste le parole Marcello Menni, direttore dell’Accademia di Belle Arti LABA

LABA inaugura il nuovo laboratorio

Le nuove tecnologie come strumento per l’amplificazione dei talenti: dalla cultura alla creatività, passando per competenze artistiche e umanistiche. Sono nati un nuovo laboratorio, un manifesto e da settembre via alla didattica. Con questi interventi l’Accademia di Belle Arti LABA si pone al servizio del mondo dei creativi come luogo accogliente per la riflessione sulle nuove tendenze e sulle nuove tecnologie. Incoraggia nuovi linguaggi e l’utilizzo di nuovi strumenti perché diventino occasione di amplificazione dei talenti. Fedele al proprio ethos, LABA promuove dunque la didattica e la ricerca per arrivare a visioni convincenti e interpretare e agire sul reale, in particolare sui grandi temi dell’attualità. Tra cui appunto quello dei Metaversi, che si inserisce nel grande filone della realtà virtuale e del ruolo che l’uomo ha e potrà avere all’interno di essa. Dopo molti decenni in cui il tema del virtuale sembrava essere confinato a esperienze settoriali e pionieristiche, il periodo del lockdown - in cui miliardi di persone si sono trovate ad essere obbligate a ripensare il modo di relazionarsi, lavorare e pensare in rete - ha dato un impulso alla virtualizzazione, a cui sono seguiti ingenti investimenti pubblici e privati.
L’inedita progettualità messa a fuoco dall’Accademia di Belle Arti LABA s’inserisce proprio in questo percorso, guardando al futuro in più direzioni, per offrire stimoli e nuovi impulsi tanto alla didattica quanto al dibattito culturale.

Un'accademia all'avanguardia

L'Accademia di Belle Arti LABA di Brescia guarda da sempre a un futuro consapevole dove cultura, qualità della formazione e attenzione per le nuove tecnologie costituiscono le risorse primarie. 20 anni di storia, 3.000 studenti diplomati, 8 corsi triennali e 8 biennali, 3 campus a Brescia, 4 sedi in Italia: inserita nel comparto universitario come Istituto di Alta Formazione Artistica, LABA rilascia diplomi riconosciuti dal Ministero dell’Università della Ricerca e forma i professionisti creativi di domani grazie alla qualità della sua progettazione per il design di tutte le discipline creative, puntando sulla competenza specifica e sull’assoluta professionalità del corpo docente.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie