Attualità
Corzano

Il gestore manca, sono i volontari a gestire il bar dell'oratorio di Corzano

Un punto di ritrovo importante per giovani e anziani che non è stato abbandonato.

Il gestore manca, sono i volontari a gestire il bar dell'oratorio di Corzano
Attualità Bassa, 25 Luglio 2022 ore 16:04

Se il gestore manca, a farsi avanti è la forza del volontariato.
E’ solamente di un paio di mesi fa l’annuncio dove si cercava ancora una volta qualcuno che potesse tenere aperto il bar dell’oratorio e a fare domanda certamente non c’è stata la fila.
Uno dei pochi posti di ritrovo della piccola comunità, adatto sia a grandi che piccini, di pomeriggio e di sera, che non poteva rimanere abbandonato.

A farsi avanti sono stati i volontari

Per questo e per amore del loro paese, una decina di genitori molto coraggiosi ha deciso di prendere in mano la situazione e non lasciare il locale scoperto. Tutti con mille impegni, famiglia, lavoro e figli, ma sono stati capaci di ritagliarsi del tempo da dedicare a qualcosa di importante per tutti.

«Uno dei responsabili della gestione dell’oratorio, Michele Mirra, ha lanciato un appello a tutti i genitori, chiedendoci se avevamo voglia di portare avanti l’apertura del centro giovanile nel periodo estivo anche se non era stato individuato un gestore vero e proprio - hanno detto alcuni - Abbiamo accettato con entusiasmo, imparando un lavoro praticamente nuovo per poter dare un punto di riferimento ai nostri ragazzi, specialmente al pomeriggio dato che adesso sono a casa da scuola, così hanno un posto per poter bere una bibita fresca e mangiare una granita in compagnia però in un punto di ritrovo sicuro. Ma non solo, anche per gli adulti è sempre stato un punto fermo».

Giusto poco fa però, si è fatto avanti qualcuno per la gestione e il mese prossimo subentrerà ai genitori che hanno imparato in poco tempo un’altra professione.

«Abbiamo lavorato al bar volontariamente per un mese e mezzo, imparando a servire i clienti, fare caffè e aperitivi - hanno concluso - Un’esperienza davvero molto bella: abbiamo fatto i turni sia il pomeriggio che la sera e siamo stati davvero felici di rivedere questo luogo tanto caro ripopolarsi di persone. Per fortuna eravamo tanti e abbiamo potuto sempre alternarci, non è stato affatto stancante. Adesso una persona interessata si è fatta avanti e il mese prossimo dovrebbe subentrare in maniera fissa».

Per andarsene però è prevista la grande festa.

«Il 30 luglio, la sera, cucineremo per tutti e ci sarà anche della buona musica per chi ha voglia di scatenarsi - hanno detto i genitori - Un’iniziativa per salutarci insieme e festeggiare l’estate. Aspettiamo tutti a braccia aperte».

Anche il sindaco Giovanni Benzoni ha espresso il suo apprezzamento per l’iniziativa.

«Siamo in una piccola realtà e siamo sempre pronti a darci una mano gli uni con gli altri - ha chiarito - Spero che la nostra iniziativa possa essere presa d’esempio anche in altri Comuni, abbiamo bisogno di solidarietà in questi tempi bui».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie